giovedì, 23 Maggio, 2019

Un regalo di Natale per gli appassionati di Harry Potter

0

Un regalo di Natale speciale per gli appassionati di Harry Potter, e di tutti gli altri personaggi creati dalla fantasia di J.K. Rowling, grazie all’Orchestra Italiana del Cinema che ritorna, forte del tutto esaurito dell’anno scorso, al Teatro degli Arcimboldi di Milano per una nuova tappa di “Harry Potter Concert Series”.

Dopo l’enorme successo dei primi due episodi, “Harry Potter e la pietra filosofale” ed “Harry Potter e la camera dei segreti”, sempre con l’accompagnamento musicale dell’orchestra dal vivo, quest’anno il tour, ovviamente, presentare il terzo capito della saga: “Harry Potter e il prigioniero di Azkaban in concerto”. Appuntamento il 27 dicembre, alle ore 20:00, e il 28 dicembre alle 15:00 e alle 20:00.

Il film sarà proiettato in alta definizione su uno schermo di 12 metri, con dialoghi ed effetti speciali originali, mentre la colonna sonora di John Williams sarà eseguita, in diretta e in sincrono con le immagini sullo schermo, dall’Orchestra Italiana del Cinema, una formazione con oltre 130 elementi tra orchestra e coro, diretta dal maestro Timothy Hentry.

“Harry Potter e il prigioniero di Azkaban”, regia di Alfonso Cuaron, è uscito nel 2004. Harry, Ron ed Hermione (Daniel Radcliffe, Rupert Grint ed Emma Watson) affrontano il loro terzo anno di studi a Hogwarts. Non sono più dei bambini e le loro avventure sono meno scanzonate. Incontrano Sirius Black, prigioniero in fuga e padrino di Harry, imparano a cavalcare il mitico (per i babbani) ippogrifo, giocano con il tempo e imparano a respingere i Mollici. Harry resiste ai Dissennatori usando poteri magici che non sapeva di avere, e scopre verità nascoste sulla morte dei suoi genitori.

In “Harry Potter e il prigioniero di Azkaban”, il ruolo della musica è fondamentale e la splendida colonna sonora di John Williams ha ottenuto il Grammy Award e una nomination all’Oscar. Una cosa normale per il compositore che ha al suo attivo 101 premi, fra cui 5 Oscar, su 202 nomination.

Nato nello Stato di New York nel 1932, John Williams è considerato uno dei più grandi compositori di musica per film. Basta citare i suoi Oscar: “Il violinista sul tetto”, “Lo squalo”, “Guerre stellari – Star War Episodio IV: Una nuova speranza”, “E.T. l’extra-terrestre” e “Schindler’s List”.

Il tour mondiale di Harry Potter Film Concert Series è stato lanciato nel 2016 da CineConcerts e Warner Bros. Consumer Products, per dare una inedita versione dei film del maghetto, capace di richiamare nuovi e vecchi fan. Dalla prima mondiale di “Harry Potter e la Pietra Filosofale in concerto”, nel giugno 2016, oltre mezzo milione di persone ha risposto al richiamo della magia di Harry, con oltre seicento spettacoli in più di 38 Paesi.

Timothy Henty (30 anni) è un direttore d’orchestra britannico che ha al suo attivo anche concerti di musica classica, opere liriche e operette. Ha iniziato la sua brillante carriera nel 2006 come direttore ospite del Royal Ballet a Covent Garden, e ha già lavorato con importanti orchestre europee, come l’Accademia di San Martino nei Campi, la BBC Scottish Symphony Orchestra, la Royal Liverpool Philharmonic Orchestra, e l’Orchestre Philharmonique de Luxembourg.

Il giovane direttore è diventato anche uno specialista di spettacoli di proiezione dal vivo di film in tutto il mondo, tra cui l’”Harry Potter  Film Concert Series”,  “The Godfather: Live” e “Star Trek: The Ultimate Voyage”. Tutti targati CineConcerts.

Antonio Salvatore Sassu

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply