sabato, 21 aprile 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Schulz, “Kapò” per Berlusconi, è il nuovo presidente parlamento Eu
Pubblicato il 17-01-2012


Il socialdemocratico tedesco Martin Schulz è stato eletto presidente del Parlamento Europeo. Passato al primo turno con 387 preferenze, prenderà, fino al 2014, il posto del conservatore polacco Jerzy Buzek, in omaggio a un compromesso (ormai divenuto prassi) che prevede alternanza fra socialisti e popolari alla testa del Parlamento UE.

MAGGIORANZA ASSOLUTA – Con 387 voti a favore su un totale di 670, Schulz è stato eletto al primo turno con maggioranza assoluta, superando per un soffio i due concorrenti alla presidenza, il conservatore Nirj Deva e la liberal-democratica Diana Wallis. Il presidente uscente Buzek ha resi noti i dati dell’assemblea plenaria, dichiarando che alla votazione hanno partecipato 699 parlamentari, con 29 voti nulli e 670 validi.

NO ALLE AGENZIE DI RATING – Nel suo discorso di insediamento, Schulz si dichiara fortemente ostile al sistema delle agenzie di rating, alle quali «bisogna dire un no chiaro. Cresce il sospetto – continua il neopresidente – che anonime agenzie con sede a New York siano più potenti di governi democraticamente eletti». Sempre nello stesso discorso, il socialdemocratico ha espresso l’intenzione forte di «aumentare la visibilità del Parlamento, vero centro della democrazia europea».

LA SCARAMUCCIA CON BERLUSCONI – Il nuovo presidente acquisì notorietà mediatica, particolarmente in Italia, per un aspro battibecco con l’allora presidente di turno dell’UE ed ex premier italiano, Silvio Berlusconi. Il Cavaliere infatti, interrogato da Schulz circa aspetti poco chiari della sua politica governativa, replicò piccato al socialdemocratico, proponendogli il ruolo di kapò per un film sui campi di concentramento.   Guarda il video completo

NENCINI, SOCIALISTI SODDISFATTI – «Esprimo la soddisfazione dei socialisti italiani per la tua elezione alla massima carica del Parlamento Europeo»: con questo messaggio il segretario nazionale del Psi, Riccardo Nencini, si è congratulato in prima persona con il neopresidente Schulz, facendogli i migliori auguri per l’incarico assunto. «Chi come me – prosegue Nencini – ha avuto il privilegio di essere tuo compagno di banco nel gruppo socialista al Parlamento Europeo, non può che apprezzare le tue doti equilibrio, la competenza e soprattutto la fedele e costante testimonianza dei valori del socialismo democratico europeo».

MAURO (PDL), BENE SCHULZ – «Faccio le mie congratulazioni, anche a nome della delegazione Pdl al Parlamento europeo, a Martin Schulz, per la sua elezione alla presidenza del Parlamento europeo». Questi gli auguri del presidente dei deputati del Pdl, Mario Mauro, al nuovo presidente dell’Europarlamento.

SASSOLI (PD), UE GUARDI AI CITTADINI –  «L’elezione di Martin Schulz a presidente del Parlamento europeo segna un grande giorno per i Socialisti e Democratici in Europa. La sfida che Martin ha di fronte in uno dei momenti più drammatici nella storia dell’Unione e’ grande, ma siamo certi che con la sua passione politica e la sua competenza riuscirà a riguadagnare la fiducia dei cittadini europei». E’ il commento del capogruppo del Pd al Parlamento europeo, David Sassoli. «In un momento così difficile – aggiunge Sassoli – e’ necessario che l’unica istituzione europea eletta direttamente dai cittadini faccia sentire forte la sua voce per un’Europa che guardi finalmente alle persone e non solo ai bilanci. Per questo noi democratici italiani lavoreremo al fianco di Martin per costruire insieme un’Europa finalmente stabile, forte e sicura».

Raffaele d’Ettorre

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento