venerdì, 23 febbraio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Carine: l’irriverente ragazza dotata di stile
Pubblicato il 23-01-2012


«Irreverent», edito da Rizzoli International, racconta la strepitosa carriera di Carine Roitfeld: ex direttore di Vogue Paris, defenestrata dalla Condè Nast per la scelta autonoma – e irriverente – di realizzare un servizio fotografico con bambine vestite e truccate come donne adulte, in pose ammiccanti e con abiti Versace, Yves Saint Laurent, e scarpe Louboutin. Appunti, bigliettini, schizzi, lettere, 250 foto private, e un’accurata selezione dei migliori scatti da lei curati. Nipote, figlia, sorella di produttori cinematografici, Carine Roitfeld ha deciso di sfondare nel mondo della moda dopo aver trascorso dieci anni a scrivere articoli umoristici per alcune riviste. S’interessa all’immagine soltanto quando le chiedono di ingioiellare con qualche illustrazione il testo scritto. Freelance per ELLE, approfitta dell’esperienza per affilare le lame del suo talento.

E’ l’incontro con il grande fotografo peruviano Mario Testino a stimolare il suo estro creativo di editor e stylist. Vogue America, Vogue Italia, The Face, Calvin Klein, Versace, Missoni: tutti la reclamano, tutti ambiscono ad affidarle campagne e messaggi pubblicitari. Tom Ford, direttore creativo di Gucci dal 1994 al 2004, le commissiona il totale rinnovamento della griffe. Ha carta bianca: può scegliere modelli, vestiti, temi, colori. Carine il suo mestiere lo fa diversamente dagli altri, enfatizzando abilmente il dettaglio che stona per il solo gusto di ottenere impatti diametralmente opposti alla vecchia tradizione stilistica.

Non è fanatica di vestiti. Le piace stravolgere le idee stereotipate, dando un’espressione velatamente sexy anche al classico. La più rock delle zarine della moda, dopo la fine del sodalizio con Vogue, passa dal mondo dell’editoria a quello del retail – occupandosi della comunicazione dei magazzini Barneys che si affacciano su Madison Avenue – e, come la mitologica fenice che rinasce, sigla con il suo insolito e irriverente graffio lo styling delle campagne pubblicitarie di Chanel e di Fendi. «Irreverent», più che un’autobiografia, è la descrizione oggettiva di un universo che celebra la visionaria liturgia dello stile di Carine Roitfeld.

Martina Alice de Carli

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento