mercoledì, 18 gennaio 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Contatti
Pubblicato il 05-01-2012


Avanti!

Direttore Mauro Del Bue 

è una testata registrata presso il Tribunale di Roma, n. 378 del 5 dicembre 2011
Società Nuova Editrice Mondoperaio s.r.l., Pres. CDA Oreste Pastorelli – P.IVA 04946841006

Piazza San Lorenzo in Lucina 26, 00186 Roma
Telefono 06 68307666
e-mail redazione@avantionline.it

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Con l’iniziativa editoriale – che parte oggi – si è dimostrato che. AVANTI, si può. Un ulteriore ed importante mattone per una “plurale” informazione è stato messo AUGURI, Direttore.

  2. AUGURI VIVISSIMI a tutta la Redazione e al Direttore. Siamo rimasti orfani per molti anni, il Giornale riconquistato è un fatto di giustizia e un riscatto per tutti i torti che il Movimento Socialista ha subito in tutti questi anni. Nel giornale dovrete di Politica, ma di una Politica pratica e comprensiva e che risolva i problemi della gente comune, e non rimanga solo notizia. Buon LAVORO Direttore e Auguri.

  3. Sono felice che il Partito Socialista Italiano sia tornato dopo aver riconquistato il proprio nome anche ad avere il proprio quotuidiano. Sono convinto che quella socialista sia un’ideologia capace di risollevarsi e di riconquistare gli animi della gente e anche grazie al suo storico giornale dare voce a tutti con un occhio rivolto agli ultimi. Un augurio di un buon lavoro a tutta la redazione e un grazie al neo direttore Marrazzo di essersi assunto la guida di una nuova epoca di una storica testata.

  4. Come socialista sono contento e orgoglioso della ripresa della “voce” dell’Avanti! storica e indiscussa testata giornalistica del Socialismo Italiano. Auguri al neo Direttore Dott. Marrazzo. Mi auguro che la testata assuma il carattere graffiante e indipendente rispetto al codazzo dell’attuale editoria italiana. Spero che l’Avanti ! sia il coagulo della riscossa della rinascita del socialismo in Italia. Avanti!

  5. Mah!. Le cose proposte sono giuste, ma sono anche le stesse che propongono altri (PD; SEL; Grillini; IDV; i veri centristi (quelli onesti); più altri che ora si collocano o nel PDL o nella Lega. Dunque, perché – per il bene dell’Italia – non mettersi tutti attorno ad un tavolo e organizzare veramente un programma di cambiamenti radicali di cui c’è enormemente bisogno? Superando finalmente anacronistiche posizioni (comunista, socialista, moderato, liberale, ecc. ecc.)? Non è giunta l’ora di saltare definitivamente lo steccato? E di fronte ad un probabile DISASTRO ITALIA, se non ora, quando?

    • la caduta di valori initalia è verticale.20 anni fa mi fu affidata una ricerca, sul ’40-’43, e hosottolineato l’importanza o l’influenza dei fattori metereologici, nella balistica,nautica motoristica velica, meccanica in genere.nonho ricevuto nemenouna lettera di plauso o disapprovazione.5 anni fi laboratorio, nel pubblico ludibrio,senza un caffe’.che italia è questa?

  6. E’ come se fossi rinato. Finalmente il mio “Avanti”, lo stesso che la domenica mattina distribuivo ai vecchi compagni che non potevano uscire da casa. Avanti, sempre Avanti, compagni!

  7. Avanti sempre e per sempre, con la fierezza di passato luminosos fatto di uomini e di ideali autentici. Nessuna sentenza, nessun altro giudizio sono riusciti a cancellarli. Adesso più di prima c’è la necessità di farli riassaporare. Ed in questa ottica che il progetto del quotidiano on line è una scommessa, seppur difficile, sicuramente vincente.
    In bocca al lupo !!!!!

  8. dopo anni di oscuramento dei Socialisti finalmente una voce di libertà la nostra voce la voce dei Socialisti quella che serve proprio ora in questa Italia dove la politica dei barzallettieri edi alcuni personaggi della sinstra ci hanno condotti.Auguri di vero cuore per il nuovo AVANTI forza compagni

  9. Un Buon inizio con il nuovo Avanti. speriamo che sia battagliero come IL FATTO, che sappia intercettare i gravi problemi sociali, fatti, famiglie impoverite, di precariato a vita senza tutele, il popolo delle partite IVA, in piena crisi di sopravvivenza, anche questo senza nessuna tutela in caso di di dover chidere l’attivita’. Un giornale che faccia aprire gli occhi al partito che per il governo dell’economia globale bisogna saper razionalizzare le risorse umane e materiali. Quindi lotta alle caste, agli sprechi, ai privilegi ed alle corruzioni dilaganti nelle amministrazioni statali e negli enti dello Stato. Nicchie, lobbi, baronie, piu’ meriti e meno clientele. ripartiamo dal basso, dal disagio, da chi soffre, da chi si danna l’anima per andare avanti; un Avanti che riparte dal 1896, cosi’, sono certo, tornera’ grande rapidamente.

  10. Riuscire a pubblicare il “vero” Avanti! dopo anni di equivoci è una grande notizia. Mi aspetto solo, come linea editoriale, la tradizionale indipendenza nenniana rispetto ai poteri forti ed ai potentati economici che sfornano il Corriere dellaSera e la “Repubblica”. Auguri!!!!

  11. Ho preso la mia prima tessera del PSI nel lontano 1952, ho fatto tantissime feste dell’Avanti! e ho venduto tanti panini e salsiccia per sostenere la nostra testata.
    Ora il ritorno di questo glorioso giornale mi commuove perchè mi ricorda gli anni ruggenti della mia vita quando ho comiziato con Pertini ad Agrigento nel 1955.
    Ho attraversato mezzo secolo di socialismo, ho avuto contatti con Nenni, Morandi, Lombardi, Basso e tantissimi altri dirigenti.
    Nel 1956 sono stato eletto Vice Sindaco del mio comune Grotte (AG), dove nel 1893 è stato tenuto il primo convegno regionale dei fasci dei lavoratori. Tutto questo lo dico perchè sono orgoglioso della storia socialista che ha contribuito alla emancipazione dei lavoratori, delle donne e a fare grande questo nostro paese.
    In questo momento in cui si stanno cancellando tutte le conquiste dei lavoratori il ritorno dell’Avanti! deve rappresentare un momento di riscossa di tutte le forze produttive del paese. Noi non siamo nostalgici, guardiamo al passato per avere insegnamenti per il fututo. Sappiamo che il mondo è cambiato e che la globalizzazione pone nuovi problemi; sappiamo anche che la globalizzazione richiede una dose maggiore di socialismo. La ricchezza si accumuila in poche mani per cui occorre redistribuirla e creare maggiore giustizia sociale.
    I lavoratori e il ceto medio devono creare un nuovo blocco sociale e noi ci dobbiamo intestare le loro battaglie di civiltà.
    Avanti! con il socialismo del nuovo millennio.

  12. Un solo auspicio: che l’oscuramento della storia socialista, architettata da un partito di burocrati, un giornale, e un gruppetto di inquirenti, abba finalmente termine.
    Il resto non potrà che essere la ripresa di quel cammino riformista interrotto in modo traumatico da chi propagandava finte rivoluzioni per nascondere il proprio vuoto politico.

  13. augurio di buon inizio, da piccolo socialista.spero tanto negli spazi e-mail, nei ricordi come pagine di storia.
    nelle richieste alla rai di film storici ,che fanno parte dei 150
    anni, quello su matteotti, quello con massimo Ranieri nei
    panni dell’operaio edile, chissà spunti ,idee, voglia di
    esserci? no solo storia ,la nostra storia da non dimenticare.
    cerchiamo di svegliare i valori , spero anche in una edizione
    da edicola . chissà, idea comunque sia auguri di nuovo
    sig. direttore .

  14. Ben tornati e buon lavoro a tutti voi! Sarebbe bello poter ricevere via mail i link per accedere facilmente e rapidamente alle nuove notizie. Ho fiducia in questa testata vi seguirò sicuramente, ancora i migliori auguri da una giovane socialista :)

  15. Smascherato finalmente Lavitola, Buffone di corte al servizio di S.B. Ora finalmente si può tornare alla vera storia Socialista con la “S” maiuscola. Un grazie di cuore a tutti coloro che si sono prodigati alla riuscita di questo progetto a cominciare dal ns. segretario. FINALMENTE ORGOGLIO SOCIALISTA

  16. Smascherato Lavitola ” Buffone alla corte di S.B.” finalmente ritorna l’orgoglio della ns. storica testata del giornale che più di tutte ha saputo precorrere i tempi. Un grazie di cuore a tutti coloro che si sono prodigati alla realizzazione del progetto, a cominciare dal ns. Segretario. FINALMENTE L’ORGOGLIO SOCIALISTA.
    A tutti coloro che hanno ancora dei dubbi facciano una attenta analisi della politica Italiana degli ultimi 20 anni messa in campo in nome della governabilità.

  17. un riferimento culturale,storico e politico, trittico inseparabile dall’analisi e coerenza dei comportamenti, di quanti in nome del socialismo ne interpretano l’identità, la politica, nei vari livelli di rappresentanza istituzionale, mai dimentichi delle cadute del passato.

  18. Congratulazioni per la soluzione data a quella che considero l’unica testata di quotidiano storico, che ha affrontato e potrà affrontare battaglie politiche, sociali, economiche e culturali.
    Sarò lieto di potere collaborare nell’ambito delle mie conoscenze professionali, quale docente di diritto bancario e sovranità monetaria dalla parte degli utenti, vittime di soprusi e usura bancaria e della voracità di Equitalia e dei suoi preposti, oltre che di presidente nazionale dello SNARP Sindacato Nazionale Antiusura. Negli anni scorsi l’Avanti ha pubblicato una quarantina di miei articoli sulle tematiche richiamate. Ad majora anche al direttore Marrazzo.

  19. Carissimo direttore, leggo da più parti le congratulazioni per il ritorno del giornale l’Avanti, alle quali aggiungo anche il mio ringraziamento. Quotidianamente apro il giornale online per leggere le notizie e spero sempre di trovare articoli o commenti di esponenti del partito, ma mi ritrovo a leggere più o meno ciò che riporta la stragrande maggioranza dei quotidiani. Da socialista vorrei trovare commenti o articoli “socialisti” e sono d’accordo con quanto dice Graziano Binucci, aspetto anch’io la qualità. Vorrei anche segnalare che il 14 gennaio 2012 ho letto dal blog di panorama, postato da Patrizia Ruggiero su facebook in merito ad una intervista ad Ottaviano del Turco sulla nota vicenda che lo coinvolge. Sono anche questi i temi che mi aspetto, anche se è pur vero che Ottaviano era passato nel PD e dopo la nota vicenda che lo vede al banco degli imputati per un’accusa di un signore che fino a quel momento “sguazzava” nella sanità pubblica che probabilmente Ottaviano contrastava,ora racconta del trattamento ricevuto dal partito (PD) in cui militava . Ecco carissimo direttore si occupi anche di inchieste come questa e noi ne saremo felici.

  20. Caro direttore,
    vedo che il seme “socialista” piano piano sta germogliando nuovamente, non poteva essere diversamente visto la nostra Storia o meglio la Storia della nostra adorata Italia. Finalmente moviamo i primi passi, dopo l’epilogo ben noto e con il quale qualcuno ci voleva eclissati definitivamente, riviviamo i “nostri ideali”. Faccio appello a tutti i compagni/e che fino ad oggi erano ibernati nel limbo dell’apatia o disorientati da questa sinistra formata da partiti dell’ultima ora fedeli solo alla direzione del “vento” di circostanza, AVANTI! è giunto il momento di riprendere il corso della nostra Storia, il Paese ci chiama ha bisogno di Noi uomini e donne figli dei padri Riformisti della nostra Italia, non lasciamo che questa “bolgia” di partiti confusi nel rivendicare “diritti” medievali (vedi la Padania), distrugga quanto fatto fino ad oggi. AVANTI! i nostri elettori ci sosterrano perché nel bene o nel male siamo socialisti, uomini e donne del quotidiano che credono nella giustizia sociale, nell’emacipazione civile dove i diritti sono uguali per tutti. AVANTI! nel sostenere il nostro giornale SOCIALISTA. Grazie Direttore

  21. ben tornato AVANTI ti aspettavo come ai vecchi tempi battagliero e concreto ti portavo in fabbrica e al sindacato e comettavamo le notizie grazie a te compagno Marazzo , se cio si puo dire ancora. Sone un estimatore della stampa socialista e grande lettore dell’avanti! ti chedo di approfondire i temi attuali , come le pensioni , imu , e la crisi di un sistema economico ereditato.
    io sono pensionato , e pago amaramente cio che gli altri anno fatto , spero che quanto stiamo pagando i pensionati e i giovani , serve per il futuro. ti ringrazio e coraggio NENNI diceva QUANDO TUTTO SEMBRA PERDUTO SI DICE AVANTI.

  22. Ho avuto notizia della rinascita; solo oggi grazie all’anniversario di “Sandro” ho vinto la pigrizia e sono arrivato su queste pagine, ora mi sento a Casa, da sempre è così quando vedo la testata dell’Avanti. Non potrei altrimenti. Bravi tutti per l’impegno! Lo seguirò! W il Socialismo!

  23. Mi sono emozionato leggendo l’Avanti .
    Sono stto e resto SOCIALISTA auguri e speriamo di tornare a servire la Cosa Pubblica perchè se l’Italia ha i problemi che Ha è solo perchè manca nella geografia politica un partito che sia democratico e socialista allo stesso tempo.
    Manca la Democrazia Socialista.
    Complimeti ed Auguri Compagno Direttore.
    Complimenti alle analisi politiche che ho letto.

  24. Cari compagni,

    nel vedere l’Avanti quotidiano online mi sono veramente commosso. Ho 85 anni,sono iscitto al PSI da più di 50 anni,seguo l’Avanti della Domenica e Mondoperaio e mi ero messo l’animo in pace: l’Avanti quotidiano non l’avrei più rivisto. L’impresa mi sembrava ormai impossibile da realizzare.Ci siete riusciti, permettetemi di dire: ci siamo riusciti. L’impostazione é bellissima; tutti gli articoli,sia quelli di Marrazzo che dei suoi collaboratori sono scritti benissimo e con espressioni sempre efficaci. Bravi ! Bravissimi ! Un’ altra grossa impresa è d’innanzi a noi : quella di riuscire a sfondare il silenzio stampa e televisivo che ci circonda. Fate in modo che noi vecchi socialisti possiamo vedere raggiunto presto anche questo obiettivo. Sarà un fatto molto positivo anche per i nostri giovani e sopratutto, per il nostro paese. Coraggio! Avanti!

    Con viva cordialità,

    Francesco Mirante

  25. Ciao “Avanti” sono contenta di leggerti!!!!
    Spero potrete dare maggiore spazio alle tematiche del lavoro. Bisogna risolvere il problema dei giovani, ma non dimenticarti, Caro Avanti dal 1896, in questo mondo che cambia, degli over 40 che perdono il lavoro e non riescono a rientrare!
    Avanti così e buon lavoro!

  26. Devo dire, dopo qualche mese di frequentazione, che il quotidiano on line è proprio bello e ben fatto…so di essere in controtendenza, ma continuo a sperare di vederlo nuovamente in edicola!
    Avanti!
    Piero

  27. QUANTE NOTIZIE SUI GIORNALI PER I FINANZIAMENTI,
    DOVREMMO INCOMINCIARE A DISTINGUERCI PER
    POTER RISPLENDERE! DICE BENE IL NOSTRO SIG. SEGRETARIO, SUBITO RIDUZIONE!! CONTROLLI TRASPARENZA ,. NEL MIO PICCOLO SUGGERIREI
    ONLUS,O AZIENDE CON PUBBLICI REGISTRI, DARE
    8×1000 PER I CITTADINI CHE CREDONO, SUL 730.
    ESTERIORIZZARE LE PERE SOCIALI DEL PARTITO,
    CONTRIBUIRE ALLE FAMIGLIE DISAGIATE IN CRISI ECONOMICHE,SOSTENERE I DEBOLI. CHISSà SOGNO?
    IDEA? SVILUPPO FUTURO? FANTASIA? LA RISPOSTA
    A CHI E PIù FORTE DI ME, E SAPRA AGIRE SICURAMENTE.
    IL MIO SOLO ED ESCLUSIVO CONTRIBUTO DEMOCRATICO! GRAZIE PER L’ASCOLTO E LA PUBBLICAZIONE.

  28. Caro Direttore,
    quando avremo un Tg sull’WEB TV Ascanio Celestini l’ho visto 7 volte e tutte le volte mi ha fatto sorridere, ma credo che cominciare a fare un notiziario socialista non sia facile , ma nemmeno impossibile cominciamo con un settimanale o magari un tua rubrica di commento alla settimana politica, e magari dopo con un commento quotidiano, poi si vedrà ma intanto proviamoci!

  29. Piccola informazione di servizio come è possibile vedere la TV dell’Avanti su Smart Tv? La mia mi chiede di scaricarmi un programma di video streaming siete anche su youtube lì mi sarebbe più semplice vedermi su Smart TV
    Matteo

  30. Caro Direttore,Sono di Urbino provengo da una famiglia ultracentenaria Socialista.Prima mio Nonno Gabriele Franci di cui porto il nome e mio padre pittore xilografo morto a 102 il 31 5 2012 ha sempre comperato l’avanti.Vorrei rivedere il giornale come quotidiano tutti i giorni nelle edicole.Forse per via di mancanza di finanziamenti ma anche per colpa nostra che siamo finiti in un oblio.Durante il periodo fascista l’avanti usciva clandestinamente.Oggi?Se ti fa piacere vedere chi era mio padre come xilografo http://www.prourbino.it cliccare su scuola del libro poi Franci Umberto

  31. SALVE,
    NON CAPISCO COME MAI NESSUN GIORNALE PUBBLICA LE NOTIZIE IN MODO INTEGRO.
    OGNI GIORNO VENGONO PUBBLICATE NOTIZIE SUGLI ESODATI, MA NESSUNO SPIEGA CHE, CI SONO DEI PALETTI (assenza di 1 contributo versato e nessuna rioccupazione ) QUESTO VIENE SCRITTO ANCHE NELL’EMENDAMENTO DAMIANO & C.
    ORA MI DOMANDO NESSUN GIORNALISTA O POLITICO SI E’ CHIESTO COME MAI ALCUNE PERSONE HANNO legalizzato LA LORO RIOCCUPAZIONE ANCHE PER BREVI PERIODI ?
    FORSE PERCHE’ SONO ONESTI ?
    MENTRE ALTRI (forse, non voglio additare nessuno) NEL CONTEMPO VERSAVANO I CONTRIBUTI VOLONTARI E FACEVANO LAVORO A NERO.

    IL PARADOSSO E’ CHE I PRIMI VENGONO ESCLUSI DA OGNI SALVAGUARDIA MENTRE I SECONDI CI RIENTRANO.

    A PRIORI DOVREBBERO ESSERE SALVAGUARDATI TUTTI, CON LA CLAUSOLA,CHE OGNI PERSONA CHE CHI VIENE TROVATO A SVOLGERE ATTIVITA’ A NERO, PERDE OGNI CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA.
    VISTO CHE IL LAVORO LO HANNO, LO DOVRANNO SUCCESSIVAMENTE LEGALIZZARE PER RAGGIUNGERE I NUOVI PARAMETRI DI PENSIONAMENTO.

    CI SAREBBERO NEL FRATTEMPO MILIONI DI POSTI DI LAVORO PER LA CLASSE “DISOCCUPATI”.

    CORDIALI SALUTI
    ULDERICO

  32. Finalmente ritorna il vero “Avanti”. Quanti ricordi e quanti articoli mi vennero pubblicati negli anni ottanta quando militavo nella direzione del movimento giovanile socialista ai tempi di Michele Svidercochi e LUca Josi dal 1987 al 1992. Auguri di cuore per una testata che ritorna e che ha segnato la formazione politica ed idelai di tanti giovani di un tempo ancora oggi legati al pensiero socialista per sempre.

  33. Incoraggiando la redazione per l’ottimo lavoro svolto, vorrei ricordare che la sezione giovani merita di più.. Maggiori aggiornamenti e temi trattati, almeno dal punto di vista del lavoro.. Laboratori di idee.. incentivi suggerimenti.. viste le prospettive il motore dell’italia in modo scontato lo ricordo sono i giovani che attualmente come pensiero comune hanno quello di abbandonare il paese schifati da una politica troppo impegnata sul presente..

    Saluti

  34. mi piace il Vs.giornale per sobrietà, trasparenza e chiarezza: ho constatato che tutte le illazioni su di esso, la redazione, il Sig.Lavitola (persona che mi ha impressionato in TV per la sua buona fede, salvo prova contraria) sono solo calunnie senza fondamento – sono anche io socialista e sono convinto che il socialismo oggi più che mai è l’unica ricetta per i mali del mondo e della umanità e diga efficace allo strapotere della finanza e del capitalismo – buon lavoro

  35. dopo la decisione del PD di effettuare le parlamentarie chiedo al nostro segretario Nencini ? quale ruolo sarà riservato ai nostri candidati all’interno della coalizione ? e con quale criterio saranno posti nelle liste i candidati del partito all’ interno della coalizione la trasparenza delle scelte e la linearità delle decisioni sarà essenziale visto i piccoli numeri di cui potremo disporre

  36. wowh, c’è ancora un craxi che scrive sull’avanti!complimenti,invece di ereditare solo i soldi del latitante che si faccia carico anche dei debiti sociali e politici che suo padre ci ha lasciato…anche per mantenere le sue amanti e quelle degli amici!!! saluti

  37. Orgogliosa di essere Socilista (con la esse maiuscola ) saluto la rinascita di AVANTI! ed auguro un buon lavoro a tutti NOI ed al NEO DIRETTORE. SEMPRE AVANTI …per l’ITALIA ed i suoi infiniti valori.. Amalia

  38. ben ritornati “avanti” ,l’Europa è ancora da fare ,sperando che nel riuscire a farla ,un europa con un solo sociale,con una giustizia unica ed un regime fiscale uguale per tutti ,porti anche a fare queel’Italia che dopo oltre 150 anni è ancora lì tutta da costruire ..gf ( gianfranco mancini)

  39. Complimenti Gianpiero.
    Per ora conosco poco il nostro giornale, perchè le mie conosenze del computer sono abbastanza limitate e la mia età avanza in fretta, ma spero che questo giornale si occupi anche di territorio,in particolare quelli falcidiati da intemperie, catastrofi climatiche e terremoti. Tanti Auguri.

  40. Bene Avanti on line, ora cominciamo a dire le nostre opinioni e proposte es: che le società occidentali sono entrate in crisi da quando il danaro conta più del lavoro, che la ricchezza si sta concentrando su pochi mentre il debito viene spalmato sul pubblico, lanciare messaggi alle nuove generazioni per fare un salto politico elogiando le diversità credere nel conflitto e condannare il conformismo, fuggire dalle ambiguità proponendo programmazioni concrete. Avanti – Avanti- Avanti- sempre.

  41. Buongiorno. Vi scrivo perché mio nonno, all’epoca di Mussolini, scriveva per voi. sia io, sia mia sorella, stiamo cercando gli articoli che ha scritto, per riunirli tutti. I nostri avi hanno fatto sparire tutto, a causa del periodo troppo pericoloso. I miei genitori, soprattutto mia mamma (sua figlia) non hanno trovato molto. Vi lascio il nome di mio nonno: Gilberto Palma. Spero di ricevere una vostra risposta. Grazie.
    Elena

  42. Oggi in Italia come in Romania e in tutta l’Europa le politiche neo-liberali anno portato al disatro ecnomico sociale e morale. E presto evidente che solo un politica economica, sociale e morale di factura socialista moderata salvera l’Europa , i compagni del Partito Socialista Rumeno vi salutano e guardano e seguono le orme del piu valoroso e moderato Partito Socialita dell’Europa simbolo di democrazia , liberata e giustizia sociale che il Partito Socialista Italiano. Avanti compagnii!

  43. Se vi chiamate Avanti, come potete avere un Biscardini che vuole riportare il tempo indietro buttando all’aria Milano per riesumare i navigli? La pretesa Città d’acqua è sballata quanto la Roma imperiale di Mussolini. Volere i navigli piuttosto che l’estensione del traffico limitato è un oltraggio al principio di non contraddizione

  44. Buongiorno onorevole glielo chiedo in ginocchio? per pietà, per misericordia…siamo stufi di essere gli ultimi, il fanalino di coda, gli sfigati, gli sfigatiportasfiga! I… PERRRRDENNNNTIII!!!!
    Per piacere onorevole porti fino in fondo l’abolizione della provincia di Asti e ci riporti sotto la provincia di Alessandria come era una volta!!!!
    Come del resto è per Alba che è sotto la provincia di Cuneo di cui noi siamo una bruttissima copia!!!!
    C’è gente (di Asti ovviamente!) che appena sente la parola Alba raggiunge l’orgasmo!
    C’è gente invece (di Alba ovviamente!) che appena sente la parola Asti raggiunge l’impotenza!!!!
    O deve correre in bagno o si tocca ecc…
    Alba ha la fiera del tartufo che è conosciuta in tutto il mondo
    Asti invece ha il palio, le sagre, la duja dor che non porta nessun turista straniero
    Questo perché Alba ha i finanziamenti della provincia di Cuneo, ha degli alberghi che possono ospitare 200 persone!
    E Asti? Asti si finanzia da sola, é la provincia più piccola, sempre ultima come bilancio, ha alberghi che ospitano al massimo 30 persone!
    Hai capito il problema vero?
    Ora che ti ho parlato della provincia di Asti ti sei incuriosito magari e ne vuoi sapere di più e mentre leggi questa mail ti rendi conto che tante province sono nella nostra situazione e ti stai chiedendo come siamo arrivati a questo punto.
    Però è importante conoscere i propri limiti come capacità di essere provincia e fare sistema.
    Ora che sei capo del governo puoi renderti conto di tutte le risorse che hai per fare questo miglioramento delle province e se verrai ad Asti vorrei mostrarti io durante la tua visita di cosa sarebbero capaci gli astigiani
    Sono sicurissimo che saprai fare questo per noi e che prima di occuparti di altro eliminerai la provincia di Asti unendola a quella di Alessandria e risollevando la nostra economia.
    Grazie

    GIAN.16

  45. terzo piano distante dal sotterraneo,pericoloso de piove molto.porte in legno camici e vestiti non inamidati, gas in bombole,quaderni non patinati, e..come me dilettanti all sbaraglio.norme di sicurezza,di xcompenso, di eguaglianza fra tesisti,infrante,?spero di no.

  46. SENATRICE PUPPATO E L’ ART. 21 DELLA COSTITUZIONE.
    Art. 21 della Costituzione: “Tutti hanno il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.”
    Quando nel marzo del 2013, Laura Puppato lo accusò di essere un piccolo ducetto , Flavio Zanonato, ora deputato al parlamento europeo affermò:
    “ Mi sembra giusto che la gente sappia che la Puppato non accetta le critiche e che non è affatto quella che sembra in televisione.”
    Sono stato denunciato da Puppato per averla diffamata con calunnie, il processo inizierà il 17 ottobre prossimo.
    La mia non è diffamazione personale, ma critica a comportamenti politici della senatrice Puppato, diffusa con i mezzi a disposizione di un cittadino. giornali online, social network, emails etc.,etc.. Ho aumentato la diffusione dopo che Puppato mi ha inviato a casa due volte il comandante dei carabinieri di Montebelluna, Arcidiacono per farmi cambiare idea e dopo la denuncia.
    Le mie critiche alla senatrice Puppato riguardano principalmente i seguenti punti:
    • La strumentalizzazione partitica dell’evento del Cansiglio il 9 settembre 2012. Puppato si presentò come oratrice unica e capogruppo del PD in Consiglio regionale Veneto. Fatto grave che ruppe l’unità delle forze antifasciste. Allego la mia lettera aperta dell’ anno scorso a Carlo Smuraglia e la sua risposta.
    • La sua performance come sindaco di Montebelluna. Tra l’altro fu denunciata al TAR dal WWF locale.
    • Quando nel luglio del 2011 il Consiglio Regionale Veneto si è pronunciato a favore della riconversione a carbone della centrale elettrica di Porto Tolle, Puppato capogruppo del PD non si è opposta come hanno fatto altri, per esempio Bertolissi eletto nella stessa lista, ma si è astenuta, facendo passare questo come una critica / atto di accusa alla politica veneta.
    • La legge 27/12 che permette al Movimento per la vita di entrare negli ospedali ottenne il voto favorevole da Puppato allora capogruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale Veneto ( La commissione Sanità del Consiglio regionale poco tempo fa ha respinto il testo che autorizzava l’ ingresso negli ospedali ad associazioni che si occupano di etica e salute. Il Movimento per la vita, innanzitutto. Così torna in giunta il regolamento della legge 27 approvata 2 anni fa. Una grande vittoria delle donne, una sconfitta per Puppato ).
    • L’ aver votato in Senato l’abolizione dell’art. 138 della Costituzione, dopo aver partecipato alcuni giorni prima, il 12 ottobre 2013 a Roma ad una manifestazione a sostegno carta costituzionale.
    • Il cambiare troppo spesso posizione. Puppattiana durante le primarie del PD del 2012 per ottenere la segreteria del partito e la presidenza del consiglio. Poi, via via, bersaniana, amica dei grillini,civatiana ed ora renziana.
    • L’ aver abbandonato per ben due volte il territorio dove era stata eletta, prima di terminare il suo mandato. Prima Montebelluna dove era sindaco,per diventare consigliere regionale veneta, poi il Veneto per diventare senatrice.

    Francesco Cecchini 21.06.2014

  47. Nell’inserire un commento sull’art. di Nencini, ho notato che quando si invio il commento non si riceve una conferma di ricezione da parte vostra. Per cui si resta nel dubbio se lo avete ricevuto o meno. Nel caso che si provi a riinviare il commento a quel punto si riceve un messaggio di errore che un commento simile era già pervenuto. Penso che bisognerebbe evitare queste perdite di tempo per tutti e confermare la ricezi8one quando avviene. Grazie.

  48. Complimenti per la testata on line.
    Nella sua facilità di consultazione la trovo comunque profonda ed arguta.
    Anche il sito del Partito Socialista lo trovo vivace e animato così come la testata on line.
    Oggi basta un minimo investimento nei social network e la volontà di animare sempre la discussione per avere lettori attenti e propositivi.
    Io sono diventato uno di questi!
    Complimenti!

  49. Sul Fertility Day e sulla ministra Beatrice Lorenzin mi limito ad affermare papale papale che la signora Lorenzin è una bigotta e il bigottismo non fa certo parte del DNA del nostro partito. E lo scrive un socialista emiliano credente anche se non praticante.
    Grazie per l’attenzione,
    Andrea Malavolti

  50. Falco quando era il momento di difendere la sopravvivenza del suo paese, colomba quando ha cercato di giungere a un accordo di pace definitivo con i palestinesi di Arafat all’insegna dei “due popoli, due stati”. Il laburista Shimon Peres è stato tutto questo e molto di più: per esempio un Nobel per la pace meritatissimo, a differenza di altri su cui preferisco sorvolare. A lui da un piccolo socialista emiliano un RIP e un sentitissimo Kaddish (preghiera ebraica per i defunti).
    Andrea Malavolti

  51. Falco quando si trattava di difendere la sopravvivenza di Israele, colomba quando ha voluto assolutamente arrivare a un definitivo accordo di pace con i palestinesi di Arafat all’insegna dei “due popoli, due stati”. Il laburista Shimon Peres, senza ombra di dubbio uno dei più grandi statisti del ‘900, è stato tutto questo e molto di più: ad esempio un meritatissimo Nobel per la Pace, a differenza di altri su cui preferisco sorvolare. A lui da un piccolo socialista emiliano un RIP e un sentitissmo Kaddish (preghiera ebraica per i defunti).
    Andrea Malavolti

Lascia un commento