sabato, 21 aprile 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Gubbio e le coppie di fatto
Pubblicato il 30-01-2012


Gubbio è un Comune umbro che conta poco più di 30mila abitanti. Gubbio famoso in Italia per Don Matteo e la storica manifestazione della corsa dei Ceri. Gubbio dalla tradizione fortemente di sinistra, dove sindaci e giunte che si sono susseguiti negli anni hanno sempre attuato un programma dalla grande impronta riformista e progressista, almeno fino a qualche giorno fa.

Questi i fatti: l’opposizione presenta in consiglio comunale una mozione per abolire il registro delle coppie di fatto istituito nel 2002, quasi tutto il centrosinistra vota contro, ma una parte del Pd e lo stesso sindaco votano a favore. Il registro viene abolito e iniziano una serie di critiche e attacchi al sindaco sia dai suoi stessi concittadini che da molta parte della politica umbra e nazionale. Le posizioni contrastanti che ormai troppo spesso influenzano la politica del Pd e, di riflesso, anche le scelte amministrative, sono una cosa a cui ci stiamo abituando, ma in questo caso il fatto assume una connotazione particolarmente spiacevole.

I diritti delle coppie di fatto già troppo spesso vengono lesi da atteggiamenti bigotti e ciò che ci saremmo aspettati, almeno da quella parte della politica che invece si è sempre battuta per i diritti civili in ogni loro forma, era una netta e compatta contrarietà alla mozione del Pdl come hanno fatto Psi, Idv, Sel, Prc e una parte del Pd. Quella compattezza nel voto però non c’è stata, la mozione è stata approvata. Chissà se la presenza di Don Matteo in città non abbia influenzato negativamente il sindaco facendogli emergere dubbi in merito? Ai posteri, elettori ed elettrici, dirigenti Pd e della coalizione, l’ardua sentenza.

Claudia Bastianelli 

Claudia Bastianelli

Segr. nazionale Fgs - Bastian Contrario

More Posts

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento