mercoledì, 19 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

“Pan Am” e l’irresistibile leggerezza del vintage
Pubblicato il 25-01-2012


Intrighi, vendette e colpi di scena ci terranno inchiodati davanti alla nuova serie televisiva presentata dalla Fox Tv: “Pan Am”. Un tuffo nei ruggenti anni Sessanta, tra piloti playboy e meravigliose, seducenti, poliglotte hostess. La rete televisiva prevede che questo sia il titolo di punta della stagione, visti gli strabilianti risultati ottenuti durante la messa in onda in America. La puntata pilota, negli Usa, ha infatti registrato oltre 11 milioni di spettatori.

VITA DA HOSTESS – In onda sul canale 114 di Sky le avvincenti storie delle quattro hostess più importanti della Pan Am, ovvero Maggie Ryan, le sorelle Kate e Laura Cameron e Colette Valois. La prima è interpretata dalla piccola “Mercoledì” della Famiglia Addams, Christina Ricci. A dare vita al personaggio del giovane pilota che fa la scalata all’interno della compagnia di bandiera, Dean Lowrey – che ricorda molto Di Caprio in “Prova a prendermi” – troviamo Mike Vogel. Mentre è l’attore Michael Mosley a calarsi nei panni del primo ufficiale Ted Vanderway, estremamente facoltoso e affascinante.

LUSSO – I costumi sono stati tutti riprodotti sulla base degli originali, rigorosamente Sixties. Impossibile infatti modificare le famose divise azzurre delle hostess, con tanto di cappellino. Nella serie si parla di splendore e lusso, perché in quegli anni prendere un aereo aveva dei costi elevatissimi e non si viaggiava così di frequente, ma anche di politica e assetti socioeconomici. Non mancheranno, infatti, le puntate sulla Guerra Fredda e alcune delle hostess verranno assoldate dal Governo americano come spie dei comunisti. D’altronde, come nelle migliori tradizioni, sono proprio le donne più belle a far crollare personaggi apparentemente solidissimi.

VINTAGE – Una serie dal sapore vintage, in grado di portarci a respirare quel mondo fantastico, nel quale le hostess erano famose per la loro perfezione: estremamente belle, equiparabili a delle mannequin. Colte, parlavano almeno tre lingue e giovanissime: potevano avere al massimo 32 anni. Ma, nonostante il contesto da favola, neanchela Pan AmericanWorld Airways riesce a salvarsi da intrighi e sotterfugi, che vedranno protagoniste le stesse hostess, a partire da Christina Ricci che interpreta una donna molto scaltra e ambiziosa che, per raggiungere i suoi obiettivi, sarà in grado di creare non pochi problemi alle sue colleghe. La domanda è: un prodotto del genere, anche se così ben confezionato, riuscirà a prendere il volo deviando dalle rotte solite che la tv digitale e satellitare sta prendendo in questo tempo di modernità, di contenuti oltreché tecnica?

Francesca Romana Massaro

 

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento