domenica, 25 febbraio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Quando gli italiani vogliono la morte dei politici
Pubblicato il 13-01-2012


«Se i politici non cambiano è meglio che muoiano» è questo quello che pensano molti italiani, è la frase allarmante che mi è stata ripetuta più volte, in più quartieri, in diverse città tra tutte le classi sociali e culturali. I cittadini sono arrivati allo stremo «sono anni che viene, inutilmente, chiesto un ridimensionamento della casta e se non c’è mai stato non possono lamentarsi se poi arrivano le minacce e gli attentati». La dichiarazione di Beppe Grillo, criticata da tutti i partiti, che ha chiesto di esaminare i motivi dell’odio e delle bombe verso Equitalia e la classe politica, trova invece appoggio tra gli italiani. La politica ha tagliato al popolo ma non fa tagli su se stessa. Enrico Giovannini, il presidente della commissione che ha svolto l’indagine sui costi dei parlamentari nell’Unione Europea ha da prima affermato di non aver avuto abbastanza tempo, chiedendo di non utilizzare i dati in modo automatico, salvo poi dire che comunque si possono fare tagli.

COSTI DELLA POLITICA – Ecco alcuni dati:

INDENNITÁ PARLAMENTARE: 11.283,30 euro al mese

DIARIA: 3.503.10 euro al mese

SPESE DI SEGRETERIA E RAPPRESENTANZA: 3.690,00 euro al mese

TRASPORTO: 1.331,70 euro al mese

SPESE TELEFONICHE:  258,20 euro al mese

TELEFONO CELLULARE: gratuito

TESSERA DEL CINEMA: gratuita

TESSERA TEATRO: gratuita

TESSERA AUTOBUS-METROPOLITANA: gratuita

FRANCOBOLLI: gratuiti

VIAGGI AEREO NAZIONALI: gratuiti

CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE: gratuita

PISCINE E PALESTRE: maggior parte gratuite

TRENI FS: gratuiti

AEREO DI STATO: gratuiti

AMBASCIATE: gratuite

CLINICHE: maggior parte gratuite

ASSICURAZIONE INFORTUNI: gratuite

ASSICURAZIONE MORTE: gratuita

AUTO BLU CON AUTISTA: gratuito

Aggiunti a questi ci sono i privilegi per coloro che sono stati Presidenti del Senato, della Repubblica o della Camera, che hanno a disposizione, gratuitamente, un ufficio con segreteria, auto blu e una scorta a disposizione. I Parlamentari possiedono un importo mensile totale di 18.776,30 euro, contro i 13.928 euro della Francia, i 12.625 euro della Germania ed i 4.637,80 euro della Spagna. Ovviamente anche il netto e il livello di tassazione cambia; ma i politici prendono lo “stipendio” e hanno diritto alla pensione dopo qualche anno in parlamento mentre obbligano i cittadini italiani a pagare più tasse, a posticipare l’età pensionistica e ad aumentare gli anni di contributi. Alcuni parlamentari hanno più volte riportato i forti vantaggi della casta e fatto alcune “proposte” per ridurli ma, nonostante le promesse, in tutti questi anni non si è mai riusciti neanche minimamente ad arginarli.

VIZZINI – Il Partito Socialista ha ascoltato le opinioni degli italiani, il senatore Carlo Vizzini, presidente degli Affari Costituzionali del Senato dichiara: «Ho presentato la richiesta per abbassare il numero di parlamentari a 250 senatori e 450 deputati contro i 1000 di adesso e per i viaggi bisognerebbe dare un plafond con un tetto massimo, rimborsabile solo quando il parlamentare dimostra le spese in base a giustificativi. Dobbiamo dare un forte segnale di trasparenza e vanno cambiate tutte le leggi sul finanziamento ai partiti. Per ogni euro donato alla classe politica ci deve essere un registro che dica: chi lo ha versato, perché, quando e chi è il destinatario; il beneficio di chi fa il finanziamento non deve essere superiore a quello del finanziamento di opere caritatevoli o per una Onlus».

Il presidente Vizzini ha presentato un disegno di legge affinché questo finisca: «Non ho la certezza che venga approvato, ma posso far sapere agli italiani chi vota a favore e chi vota contro. Stiamo già lavorando per abbassare i costi della politica ed entro la fine del mese di gennaio si dovrebbero avere le prime risposte. Resto comunque dell’opinione che l’autonomia, anche economica, del politico è una garanzia della democrazia altrimenti c’è il rischio di un parlamento finanziato da imprenditori privati e lobby mentre il politico deve rispondere esclusivamente ai cittadini, con trasparenza, senza degenerazione e senza caccia alle streghe». (1. continua)

Gianluca Cerasola

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Ormai è diventato un sogno poter leggere che i parlamentari si sono ridotto lo” stipendio” e hanno ridotto il numero dei posti al parlamento. Mi auguro che VIZZINI riesca a far discutere la sua proposta così vedremo chi avrà il coraggio di votare contro.
    Rimango in attesa di notizie, controllerò giorno dopo giorno.

  2. Sarebbe ora di finirla con questa ridicola faccenda dello stipendio dei Parlamentari . Guadagnano tanto , punto e basta , ammettendo che 9000€ per mandare avanti un’attività politica locale e nazionale ed una decorosa vita familiare siano troppi . Ma potrebbero avere stipendi anche di 20.000€ al mese , a condizione che si dannino l’anima per dar voce alle istanze di chi li ha eletti e che rimangano senza entrate qualora cambino casacca .

    • ringrazio il senatore Vizzini che sta dando una fievole voce al P.S.I. ma, dovrebbe il senatore spere molto bene che non è quanto il guadagno di un politico quello che conta ma, che il guadagno sia speso bene e per il suo partito che lo ha sostenuto e proposto per essere rappresentato,è molto evidende che il P.S.I. non riesce a proporsi alla gente e non può esprimer le sue proposte politiche perchè senza soldi i quali fanno schifo ma, servono.

      CALIMERO !

  3. o tagliano gli stipendi dei politici, oppure io inizio a tagliare qualche tesa…vediamo se dopo qualche morte si divertono ancora…sono stanco, non ho più niente…ora basta….ora è tempo di agire

    • Ti stracondivido..bisognerebbe unirsi e fare un’colpo di stato e bruciarli TUTTI vivi sulla piazza del Quiri anale…uniamoci e facciamo la rivoluzione..mano alle armi,basta chiacchiere!!! Questi figli di maiala diarroica vanno puniti.. I primi a pagare saranno,MONTI,FORNERO,NAPOLETAME,PRODI,CASINI,RICCARDI,KIENGE,FIANO,BLANKFEIN,NIRENSTEIN,DRAGHI,PACIFICI RICCARDO,RENZIE,AMATO,DINI,CIAMPI,ALFANO,FINI,ALEMANNO,MARINO..SCANNIAMOLI TUTTI.. SE saremo in tanti non gli basteranno tutte le scorte del mondo..e i poliziotti di merda,che anche loro hanno figli,dovrebbero stare dalla nostra parte…merdeeeee!!!!

  4. carissimi indignati, purtroppo le parole stanno a zero e finche ci sarà l’italiano ‘ignorante’,(che non è un offesa)e sottomesso, che li vota!…,purtroppo non avremo mai nulla di diverso!!
    la realtà è che gli italiani non hanno piu le palle per reagire a tutto ciò,…siamo in gabbia e questa è la cruda realtà!!
    sareste disposti a rischiare quello che avete,a perdere le vostre belle auto, la vostra comoda vita (tutto sommato),coraggio,se c’è qualcuno che ha la libertà nel sangue,..non ha mai votato questi stronzi,si faccia avanti! la mia vita è una merda ma certo le palle non mi mancano.
    sapete una cosa, nessuno di voi ha voglia di rovinarsi l’esistenza per un utopia,perchè è di questo che stiamo parlando.
    e chi si lamenta,dopo averli votati,bè, ci doveva pensare prima!!

  5. Io non li ho votati ,alle prossime elezioni scriviamo sulla cartella “ora veniamo ad ammazzarvi bastardi!” e poi facciamolo davvero chi ne vede uno solo per strada lo fa fuori a bastonate,questo è quello che ogni italiano sotto sotto sogna o no?I parenti li lascio stare tanto loro non hanno colpa,mi sembra un po troppo,bisogna anche dire che oltr a rubare un sacco di pensione ste gran merde non muoiono mai!!

    • Bisognerebbe coinvolgere militari ad alti livelli…fargli capire che con la legalità ci porteranno nell’abisso…fdo e militari…chi li conosce ad alti livelli ci parli e provi ad organizzare qualcosa…ripeto,anche loro hanno famiglie e il futuro se non ci si muove sarà atroce per noi italiani…gli unici che stanno alla grande sono quei merdosissimi immigrati..loro si coccolati..ricordate la rivoluzione rumena..tutto partì da un’episodio..dopo tre giorni erano a milioni in strada…neppure la fuga in elicottero salvò la coppia presidenziale Ceausescu-Petrescu….quante vessazioni dobbiamo ancora subire…organizziamo una discesa in piazza di protesta…dobbiamo essere centinaia di migliaia…poi prendiamo il Quiri anale…e come in Romania metteremo esercito e fdo di fronte al dilemmao con IL POPOLO,O MORIRE….SE qualcuno conosce gente in alto,militari,ne parli e provi ad organizzare la fronda.. Ricordate il non golpe Borghese…non riuscì solo perchè lui stesso misteriosamente diede contrordine,ma con vari reparti dell’esercito occuparono il ministero degli interni,presero le armi,il palazzo della Rai..un’bel’comunicato e a quel’punto il golpe è quasi fatto…

  6. Buongiorno,Bersani non riuscirà a fare un Governo,Berlusconi nemmeno,Grillo continua a starnazzare e non si assume le sue responsabilità invece di costruire stanno distruggendo il vecchio stivale riducendolo a una vecchia ciabatta.Se non si modifica la legge elettorale saremo sempre in situazioni tragiche.Trovo molto attuali i versi di Dante:Hai serva Italia di dolore ostello….ecc. DATEVI UNA SCOSSA,ne abbiamo piene le tasche dei Vs. BLA BLA BLA………Zeri

  7. per me i politici possono pure guadagnare i miliardi, purchè facciano campare bene anche il popolo.
    se ciò non lo fanno accadere,perchè sono loro che devono pensarci visto che li paghiamo profumatamente, allora ci vuole ,per iniziare, un’azione di forza,un esempio. che rimanga nel tempo e nelle menti. non necessariamente violento,ma qualcosa che rimanga e faccia pensare. altrimenti le cose non cambieranno.
    il popolo è stanco. le forze dell’ordine sono stanche. tutti sono stanchi.

  8. ci hanno tolto tutto anche la dignità le nostre rimostranze non vengono ascoltate e intanto loro si dividono le nostre tasse non ho più niente mi hanno spogliato di tutto cosa mi rimane se non comprare un mitragliatore e moltissimi proiettili e insieme fare la marcia su roma nel loro palazzo e sterminarli e pure nelle loro abitazioni non deve esserci più nessuno della loro stirpe basta…basta non ne possiamo più uniamoci e combattiamo

  9. con quello che prendono in un mese, senza contare quello che rubano,ci vivrebbe dignitosamente una famiglia per un anno.
    Siamo delle pecore ,bisognerebbe agire con determinazione e sopprimerli fisicamente.

  10. ormai parole ne hanno spese troppe….spero solo che oltre me qualcun altro si ricordi che oltre che dagli antichi romani discendiamo anche dai partigiani che hanno liberato L’ITALIA …..adesso tocca a NOI !…iniziamo a salvare L ‘ ITALIA. Marco.

Lascia un commento