lunedì, 12 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Stati Uniti, un nemico nucleare per volta
Pubblicato il 12-01-2012


Mentre intensificano le pressioni sull’Iran, gli Stati Uniti si dicono disposti ad allentare quelle sulla Corea del Nord. Nelle ultime ore, il segretario al Tesoro americano, Timothy Geithner, impegnato in una missione in Oriente, ha ottenuto dal governo di Tokyo l’impegno a ridurre ridimensionerà il peso delle importazioni di petrolio dall’Iran, attualmente un decimo di tutte quelle giapponesi.

Geithner ha aggiunto che si sta studiando il modo per escludere la Banca centrale dell’Iran dal sistema finanziario globale, come ulteriore forma di sanzione. Nelle stesse ore, i rappresentanti diplomatici di Francia, Gran Bretagna e Germania alle Nazioni Unite condannavano l’avvio da parte di Teheran di una nuova produzione di uranio arricchito, definendolo «una chiara violazione delle norme sancite dalle risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell’Onu».

BASTONE E CAROTA – Se con l’Iran la politica resta quella del bastone, con la poverissima Corea del Nord si tenta invece quella della carota. Gli Stati Uniti hanno offerto di sospendere le sanzioni e riprendere l’invio di aiuti alimentari alla Corea del Nord, bloccati dal 2009, se il regime di Pyongyang fermerà l’arricchimento dell’uranio. La notizia è di fonte nordcoreana. Un portavoce del ministero degli Esteri di Pyongyang, nel darla, ha detto che l’offerta statunitense sarebbe sul tavolo già dallo scorso luglio e ha aggiunto che il suo governo è aperto a possibili negoziati.

Odisseo

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento