martedì, 12 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Ambiente, Clini: 600 milioni per efficienza energetica e rinnovabili
Pubblicato il 16-02-2012


Fornire un quadro dei possibili scenari climatici ed energetici con un occhio particolare allo sviluppo sostenibile e all’accesso all’energia elettrica per quel miliardo e trecento milioni di persone che al mondo ne sono ancora prive. E’ questo il tema caldo che ha tenuto banco all’incontro, organizzato dall’associazione Kyoto Club oggi a Roma presso il Campidoglio, a cui hanno partecipato alcune importanti aziende della green economy, quali Enel Green Power, Sorgenia e First Solar, che ha visto anche l’intervento del ministro dell’Ambiente Corrado Clini che ha annunciato nuovi sgravi per chi investirà in efficienza energetica e nelle rinnovabili.

DATI SORPENDENTI – Tra i dati più sorprendenti emersi durante il convegno – a cinque anni dall’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto – quello relativo alla produzione solare, che ormai in Italia soddisfa quasi un quarto della domanda di elettricità, anche grazie alla riduzione di oltre il 40% dei prezzi dei moduli fotovoltaici. Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club, dopo aver messo in evidenza i legami tra crisi energetica-ambientali e quella economica, ha spiegato perché sarà necessario ripensare il nostro modello di sviluppo: «i limiti ambientali e di disponibilità delle risorse impongono oggi una profonda revisione del nostro sistema energetico, dei trasporti e delle costruzioni», ha detto. A livello nazionale Silvestrini ha illustrato come, per via della crisi ma anche grazie ad alcune misure di efficienza energetica e sviluppo delle rinnovabili, le emissioni di gas serra siano diminuite a partire dal 2004: nel 2011 il calo è del 6% rispetto al 1990.

CLINI – Ospite estero al convegno, Harry Lehmann, direttore generale dell’Agenzia Federale Tedesca dell’Ambiente, ha evidenziato come nel 2030 le rinnovabili in Germania rappresenteranno il 50% della potenza elettrica installata. Un processo che dovrà trovare necessariamente un supporto anche in un importante adeguamento delle infrastrutture di trasporto dell’elettricità. Nel corso del convegno il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, ha annunciato per il 15 marzo prossimo la partenza del Fondo rotativo per Kyoto, bloccato dal 2007: 600 milioni di risorse per prestiti a tasso agevolato dello 0,5% a piccole e medie imprese e persone fisiche, per facilitare investimenti in efficienza energetica e nelle rinnovabili, oltre che per incentivare gli investimenti in ricerca e sviluppo.

Alfonso Siano

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento