martedì, 12 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Anonymous attacca la Binetti, e parte il “Fuck Politicians February”
Pubblicato il 22-02-2012


«Questo viso non è vacuo vessillo di vanità, ma semplice vestigia della vox populi». Così apre il monologo serrato del film V per vendetta e il viso in questione, la maschera del cospiratore Guy Fawkes che è stata resa celebre proprio dalla pellicola di James McTeigue, fa oggi bella mostra di sé sul sito di Paola Binetti, parlamentare Udc. Insieme alla maschera, a oscurare i contenuti della homepage centrista c’è anche un comunicato più che esplicito degli ormai celebri attivisti Anonymous (o meglio, hacktivisti, dalla fusione fra “hacking” e “activism”).

«All’attenzione di tutti i cittadini Italiani – si legge nel comunicato – noi siamo Anonymous. Abbiamo deciso di lanciare un “Fuck Politicians February”. FPF è il nostro modo per dirvi che ci avete rotto i c… Mentre il paese va a rotoli a discapito delle classi più svantaggiate, voi continuate a perdere ottime occasioni per tacere, per smetterla di rubare e per piantarla di farvi sempre e soltanto gli affari vostri». All’attacco generalista sono poi seguite delle richieste ben specifiche. 

GIUSTIZIA PER IL CASO LUSI – «Guardando la vicenda Lusi ci chiediamo veramente se non siete tutti uguali – incalzano gli hacktivisti – come potevano Rutelli, Bersani e compagnia non sapere nulla? Come fanno 13 milioni di soldi nostri a sparire senza che nessuno se ne accorga? Vogliamo delle risposte,e le vogliamo subito. Vogliamo che qualcuno paghi».

CAMBIATE LA LEGGE ELETTORALE – «Vogliamo – insistono – che sia cambiata questa porcata di legge elettorale, vogliamo che siano aboliti (come il popolo italiano aveva già deciso nel 1993) tutti i finanziamenti ai partiti, vogliamo un parlamento pulito, senza condannati, senza pregiudicati, senza putt.., nani, ballerini e mafiosi. Vogliamo che il popolo inizi a contare davvero. Perché – concludono – tutte le firme che raccogliamo vengono tirate nel cesso? ».

NSA, MINACCIA CONCRETA – Secondo una dichiarazione rilasciata da Keith Alexander, direttore della National Security Agency (i servizi segreti interni statunitensi), Anonymous rappresenterebbe una vera e propria minaccia per il futuro degli USA. Alexander precisa che Anonymous, al momento, non dispone ancora di tutti i mezzi necessari per attaccare obiettivi che potrebbero compromettere la sicurezza nazionale ma che tra un paio d’anni potrebbero avere fra le mani un potenziale tecnologico pari a quello della Russia. E, a quel punto, la situazione potrebbe precipitare e sfuggire di mano persino agli 007 americani. Il gruppo Anonymous è composto da singoli individui o piccole comunità di hacktivisti, che operano in tutto il mondo in modo coordinato.

Si sono distinti negli ultimi due anni per diversi attacchi di tipo informatico perpetrati con successo ai danni di enti e organizzazioni di varia natura, generalmente ma non esclusivamente di stampo governativo, con lo scopo di “destabilizzare il sistema” e promuovere il loro messaggio di cambiamento globale.

Raffaele d’Ettorre

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento