martedì, 12 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Concia, da Giovanardi affermazioni che aumentano l’odio
Pubblicato il 14-02-2012


Paragonare un bacio tra donne a fare la pipì per strada. A questo è arrivato il senatore del Pdl, Carlo Giovanardi, in un’intervista rilasciata a Radio 24. La condanna dalle fila omosessuali e non solo non si è fatta attendere. Il presidente di Arcigay, Paolo Patané, scrive su facebook: «un personaggio simile disonora il Paese con la sua volgarità». Per Aurelio Mancuso, presidente di Equality Italia, quelle espresse da Giovanardi sono delle «bestialità», alle quali «non si può che rispondere con l’ironia e rammentargli, che tutta questa ossessione può far sospettare un problema di igiene mentale». Sul tema è intervenuto il deputato Pd Paola Concia, sposata con Ricarda Trautmann dallo scorso agosto.

Giovanardi non è nuovo a queste affermazioni. Dagli ambienti gay hanno detto che sembra avere un problema di igiene mentale. Che ne pensa?

Giovanardi è un politico che è in Parlamento da 30 anni, un tempo infinito, è sul viale del tramonto e utilizza queste frasi e questo filone omofobo perché altrimenti non avrebbe visibilità. É un modo per uscire sui giornali, altrimenti nessuno si ricorderebbe di lui. Il problema è che queste affermazioni violente e lesive della dignità omosessuale aumentano l’odio e la violenza. In altri paesi l’avrebbero fatto dimettere nel giro di 24 ore.

È una questione di cultura cattolica o semplicemente di contrasto fine a sé stesso?

La cultura cattolica non c’entra proprio niente. Sono cresciuta in una famiglia democristiana, i miei genitori erano entrambi dirigenti dell’Azione cattolica e mi hanno insegnato a rispettare e apprezzare la diversità. Giovanardi è un furbetto che in questo modo riesce ad uscire sui giornali, e questo è veramente triste per il nostro Paese.

Ha invitato tutti a scrivere all’onorevole Giovanardi un messaggio con la frase “L’omofobia è una malattia”. Qual è lo scopo dell’iniziativa?

Ho saputo che ha ricevuto molti messaggi di insulti, ma il punto è che l’omofobia è una malattia, e non lo dico io, ma studi di psichiatri e psicologi. L’omofobia colpisce gli eterosessuali, ma uccide gli omosessuali.

Ha dichiarato che bisogna reagire a questo clima d’odio. Che intende?

Tutti i cittadini dovrebbero reagire. Già oggi sui social network si è scatenato l’inferno e noi stiamo valutando azioni legali contro i politici che fanno affermazioni che alimentano l’odio.

Il Gay center oggi a Montecitorio manifesterà distribuendo baci di cioccolata e cartoline con foto di baci omosessuali. Lei parteciperà?

É un modo di porre l’attenzione su questa problematica e sulle ultime discriminazioni che gli omosessuali sono costretti a subire pressochè quotidianamente. Mi sembra un’iniziativa carina e penso di passare.

Che tipo di discriminazioni subiscono oggi gli omosessuali?

La negazione dei diritti e le discriminazioni sul lavoro sono le problematiche principali. Come legislazione siamo rimasti indietro: non abbiamo una legge contro l’omofobia e agli omosessuali non è riconosciuto nessun diritto di cittadinanza. La violenza omofoba dilaga anche grazie a quelli come Giovanardi, che parlano ai sentimenti peggiori degli italiani e li fanno sentire autorizzati ad essere crudeli.

Come collega dell’onorevole Giovanardi, anche lei subisce discriminazioni sul lavoro. Come si sente?

Mi ribolle il sangue. Penso che sia gravissimo che chi rappresenta le istituzioni alimenti l’odio in questo modo.

Martina Perrone

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. L’amore è una cosa positiva,sempre! Lo è perchè è finalizzato al bene e alla felicità dell’altro. Ben venga ! Tutto ciò che è un sentimento positivo va custodito con cura, molta cura, non importa se avviene tra eterosessuali o omosessuali, l’importante è saperlo vivere pienamente. Tutto il resto sono balle, solamente balle!

Lascia un commento