lunedì, 11 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Giovanardi, ognuno ami a modo proprio ma con educazione
Pubblicato il 14-02-2012


San Valentino e l’amore da tutti i punti di vista. Per dimostrarlo l’appuntamento è oggi alle 19.30: Sinistra Ecologia e Libertà chiama a raccolta tutte le coppie – eterosessuali ed omosessuali – per darsi un bacio collettivo sul belvedere di Palazzo Lombardia, la sede della Regione, dove il presidente Roberto Formigoni ha invitato  gli innamorati a dirsi di sì nel giorno di San Valentino. «Ci chiediamo – ha commentato la capogruppo di Sel in Regione Chiara Cremonesi – se questo romantico invito sia rivolto proprio a tutti, anche alle migliaia di coppie di fatto eterosessuali e omosessuali chela Regione Lombardiaignora tutto l’anno e forse anche a San Valentino. Quelle donne e quegli uomini che vivono le loro esistenze e il loro amore senza nessuna politica di welfare e senza alcun riconoscimento concreto da parte dell’istituzione che Formigoni guida». E dunque «nel dubbio – ha aggiunto – a tutte queste coppie diciamo noi di accogliere e rilanciare l’invito al Belvedere di Palazzo Lombardia. Un’ottima occasione per rendere plasticamente visibile come oggi si debba parlare di famiglie, al plurale, perché plurali sono le forme della convivenza e delle relazioni affettive. Ciascuna ugualmente meritevole di considerazione e rispetto». Arcilesbica ha già aderito. «E speriamo – ha concluso Cremonesi – di essere in tante e tanti, domani sera alle 19,30 incima al Pirellone bis, a ribadire che l’amore non ha età e soprattutto non ha confini. Lo faremo con un grande bacio collettivo, che zittisca pregiudizi, ipocrisie e perbenismi di facciata. Con buona pace di quel galantuomo dell’ ex-ministro Giovanardi». A tal proposito abbiamo ascoltato proprio Carlo Giovanardi che ieri, nel corso di un’intervista radio, ha paragonato il bacio tra due donne al fare la pipì per strada. Sollevando una polemica non da poco. 

Il bacio è atto osceno in luogo pubblico o un’aberrazione assoluta?

Vedere un uomo che si bacia con un altro uomo o una donna che si bacia con un’altra donna mi da un senso di fastidio. Si tratta semplicemente di buona educazione: anche in famiglia se i coniugi si scambiano effusioni troppo spinte davanti ai figli creano imbarazzo. Ognuno può fare ciò che vuole, ma nel contesto giusto. Un nudista non può andare spoglio in spiaggia a Ferragosto, questa si chiama buona educazione, non capisco il perché di tale indignazione nei miei confronti da parte della stampa. Dov’è lo scandalo? 

Nella riforma della scuola, sarebbe preferibile l’insegnamento di un’educazione sessuale di tipo scientifico o ci si dovrebbe limitare al modello cattolico?

Bisogna insegnare che fisiologicamente uomo e donna tramite i propri organi di riproduzione mettono al mondo i bambini. Se venisse proposto l’insegnamento di pratiche omosessuali come ha fatto Zapatero in Spagna, non ci starei. Detto questo, ognuno è libero di esplicare la propria sessualità.

Lei condivide dunque la frase del Cavaliere “Meglio appassionato di belle ragazze che gay”?

Io rispetto tutti, ma anche gli atri devono rispettare me e il mio pensiero. Io ho giurato fedeltà alla Costituzione, quella Carta che tutela la famiglia formata da un uomo e da una donna. Sono stato offeso da media e associazioni di gay per cosa? Per essermi messo da parte della Costituzione.

Diletta Liberati

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento