martedì, 12 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il cielo non perdona Alemanno per venerdì minaccia neve
Pubblicato il 08-02-2012


Non c’è che dire, ad Alemanno non ne va bene una. Prima la nevicata, prevista, sottovalutata e mal gestita. Poi la polemica al vetriolo con il capo della Protezione civile Gabrielli e l’inevitabile rimpallo di responsabilità, sport nazional popolare tanto amato. Infine ci si mette pure il cielo. Nella sua accezione terrena, attenzione. Il bollettino meteo, infatti, per il prossimo venerdì non promette nulla di buono, anzi annuncia il bis di neve e disagi. Tutti avvertiti. 

BOLLETTINO METEO – «Un nuovo impulso di aria gelida, la cui traiettoria anche oggi conferma il ritorno della neve a Roma, seppur in forma lieve. Il suo ingresso sulle regioni centrali determina un vortice sul Tirreno che dà il via ad una giornata instabile con nevicate a quote di 200-500m sul Lazio, in caso di rovesci intensi fino in pianura anche sulla Capitale nel pomeriggio. Ma nelle ore serali la neve potrà presentarsi in modo più deciso su Roma con accumuli variabili tra 2-8cm». È il poco rassicurante bollettino meteo diramato in queste ore sulla situazione climatica attesa per il prossimo venerdì che si prospetta come lo scorso. Un venerdì nero, anzi no imbiancato.

INCHIESTA – E già è stato aperto un fascicolo dalla procura di Roma per indagare sulle responsabilità dei disagi causati nello scorso weekend ai cittadini: mezzi pubblici non garantiti, luce, acqua, gas, riscaldamenti non funzionanti. Dalle associazioni di consumatori si punta il dito contro Comune, Protezione Civile, Anas ed Enel. Stesse nevicate, stessi disagi? «Dal Campidoglio comunicano che Roma sta tornando alla normalità e già si sta preparando ad affrontare la prossima nevicata – dichiara Giuseppe Celli, capogruppo della Lista civica Cittadini/e alla Regione Lazio – Forse sarà vero per il centro storico, ma nel frattempo le periferie restano abbandonate a loro stesse, come denunciano gli appelli inascoltati di migliaia di cittadini».

CAPITALE – E così iniziano a delinearsi i problemi irrisolti di una Capitale che, con una guida non pronta alla gestione dell’emergenza neve, ha lasciato senza mezzi i cittadini. «A cinque giorni dalla nevicata che ha paralizzato non solo Roma, ma l’intera Regione, nei quartieri più periferici l’emergenza non è mai finita – prosegue il capogruppo – Una situazione già grave, che peggiorerà con le nuove nevicate previste per il week end». «Per liberare i marciapiedi dal ghiaccio – conlude Celli – l’unica è sperare che il bel tempo faccia quello che il piano neve della Capitale non riesce a fare». 

INTERROGAZIONE PARLAMENTARE – Il deputato Pd Renzo Carella ha presentato un’interrogazione parlamentare al ministro delle Attività produttive per verificare il comportamento dell’Enel nella gestione e manutenzione della linea elettrica: «Appena avrò gli atti sulle manutenzioni – dichiara l’onorevole – farò un esposto alla procura, certo di omissioni gravi, di manutenzioni fatte male o non fatte. Quello che è accaduto è scandaloso: a 60 chilometri da Roma ci sono state intere cittadine senza energia elettrica per giorni». «Il sindaco anziché stare in Campidoglio è stato in televisione: deve tacere e operare – conlcude Carella – Alemanno ha troppa paura di screditare la propria immagine. Farà anche effetto la foto con la pala in mano, ma è sicuramente molto più efficace una telefonata all’Ama».

Martina Perrone

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento