mercoledì, 13 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Monti ci chiede sacrifici e poi rinnova le poltrone della Camera
Pubblicato il 22-02-2012


 

C’è balletto e balletto di poltrone. C’è quello convenzionalmente inteso come scambio di nomine e posti e quello, sempre tutto italiano, che in barba alla crisi ha visto in queste ore autorizzare il “rinnovamento” delle poltrone alla Camera dei Deputati. Nel senso letterale del termine. Almeno 630 poltroncine che ospitano gli onorevoli deputati nell’emiciclo della Camera, infatti, saranno rimpiazzate. Ancora non si conoscono i costi, da quanto tempo erano state sostituite e chi ha autorizzato l’iniziativa, ma certo è che con i sacrifici e il rigore chiesto dal governo Monti il rifacimento delle poltrone dell’Aula sembra alquanto fuori luogo. Almeno i deputati saranno più comodi nel definire i prossimi piani “lacrime e sangue”. Bontà loro.

LA DENUNCIA – «In un momento in cui il governo chiede immensi sacrifici ai cittadini, qualche mente geniale ha pensato di rifare le poltrone dell’Aula della Camera affinché i deputati possano avere maggiore conforto per le loro natiche. E’ una vergogna di cui i cittadini devono essere informati per trarne le giuste conseguenze». E’ la denuncia lanciata dal deputato della Lega Nord, Davide Cavallotto. «Presenterò un’interrogazione parlamentare per conoscere i costi e i responsabili di questa follia. Mentre camerieri e commessi esterni scioperano perché la ditta appaltatrice li sta per licenziare, mentre il governo aumenta le tasse e lascia i giovani senza speranza, la Camera dei deputati pensa a rifare le poltrone. E poi qualcuno ha anche il coraggio di dire che l’antipolitica è pericolosa», sottolinea.

Lucio Filipponio

Lucio Filipponio

@LucioFilipponio

More Posts

Follow Me:
DiggStumbleUpon

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento