giovedì, 14 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Playing the field, ecco la nuova fatica di Gabriele Muccino
Pubblicato il 06-02-2012


Che fine ha fatto Gabriele Muccino? Dopo il boom italiano, si diceva che il regista romano fosse stato opzionato da una major statunitense. In effetti ha realizzato La ricerca della felicità e Sette Anime con Will Smith. Poi sembrava che dovesse tornare nel Belpaese, visto che si era dedicato al sequel de L’ultimo bacio e invece. Invece il nostro regista aveva improvvisamente deciso di lanciarsi in una nuova avventura: un film fantascientifico, finanziato dagli americani. Cullava l’illusione di creare un nuovo caso, stile Harry Potter? Peccato però, che questa sia rimasta solo un’illusione, appunto. Il blockbuster non s’aveva da fare e il buon Muccino si è dovuto inventare qualcos’altro. E così è nata l’idea di Playing the field, il film che uscirà negli Usa il 9 marzo e in Italia il 5 ottobre, che racconta la vita, i vizi e le virtù di un ex-calciatore. In realtà però, l’idea non è stata neanche di Muccino ma del coproduttore, Gerard Butler. Il bell’attore scozzese, protagonista del Cacciatore di ex e di 300, ha messo in piedi questa operazione, chiamando sul set illustri colleghi.

Se quindi lui sarà l’ex atleta, Jessica Biel darà vita a sua moglie e Uma Thurman rappresenterà la compagna di un altro famoso calciatore europeo interpretato da Dennis Quaid. La parata di star non finisce qui. Catherine Zeta Jones darà il volto alla buona giornalista in grado di regalare un nuovo futuro al giocatore ormai avanti con l’età. Pare invece che Gwyneth Paltrow abbia dato forfait nonostante la lunga trattativa. E ora che Gabriele ha finito di girare anche questa fatica, è tornato in Italia dove sta dando vita ad un nuovo progetto: il rifacimento della tragedia più replicata da sempre, ovvero Romeo e Giulietta. Non sarà però lui a dirigerla.

Dietro alla telecamera troveremo infatti Carlo Carlei, regista di questa titanica impresa che prederà vita tra Roma, Verona e Mantova. Nel Teatro 2 di Cinecittà è stata costruita una scenografia di 800 metri quadri, per rappresentare la chiesa nella quale verrà ambientato il suicidio dei protagonisti interpretati da Douglas Booth e Hailee Steinfeld. L’idea dei produttori, Gabriele Muccino e la costumista premio Oscar Milena Canonero, è quella di raccontare l’opera shakespeariana in chiave “vampiresca”, sperando di poter raggiungere il vastissimo pubblico di adolescenti che ha fatto sbancare i botteghini a tutti i film della saga di Twilight.

Francesca Romana Massaro

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento