domenica, 18 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Sanremo 2012, Cambria: ok per Dolcenera, Noemi, Emma e Morandi. Il resto è un secco no.
Pubblicato il 16-02-2012


Adele Cambria, storica firma italiana, non ci sta e denuncia un’edizione di Sanremo per lei pessima, anzi, “indecente”. Si salva solo la musica, ma nemmeno tutta. Che, per Sanremo, è come dire che si salva un pezzettino d’anima.

La sua prima impressione su Sanremo?

Penoso. Luca e Paolo hanno superato in volgarità chiunque altro. Sembrava di essere tornati all’era berlusconiana. Mi sono anche spaventata: il povero Gianni Morandi, ormai preda degli eventi, si è messo a correre mentre scoppiava la guerra mondiale.

Sta parlando dell’intervento di Celentano?

Cattivo gusto all’apice. Ho pensato con nostalgia addirittura al povero Claudio Villa, tanto bistrattato da noi giornalisti ai tempi dei cantautori. Lui e Nilla Pizzi erano l’aristocrazia della canzone.

Ma quindi secondo lei a cosa è dovuto il successo di audience del Festival?

È un’abitudine. La gente accende la TV per abitudine.

Nessuno sceglie consapevolmente di guardarlo?

Celentano e Mina, le dico solo questo. Si rende conto della differenza?

Questo è un giudizio sugli artisti in gara. Non glien’è piaciuto nessuno?

A me non era dispiaciuta Dolcenera, poi Renga e Noemi.  Mi è dispiaciuto perché Emma non aveva una gran canzone. Emma è una femminista, è andata in piazza per “Se non ora quando”.

Però Sanremo ha un budget, scenografie, coreografie… questi non sono punti a favore?

Soldi gettati al vento, quando la gente non ha la possibilità di arrivare alla fine del mese. Come si fa, in un momento in cui danno fuoco ad Atene? Nessuno si rende conto, a Viale Mazzini o Saxa Rubra, che stiamo svendendo le radici della civiltà occidentale, affondando la Grecia?

Dare spazio a uno scomodo come Celentano poteva essere un modo per aprire a questi temi.

Io mi auguro semplicemente che i soldi arrivino a Emergency e alle famiglie. Almeno questo.

Di questa edizione non salva neanche Gianni Morandi?

È stato preso nella trappola, il povero Gianni. È messo in una compagnia di “stracciaroli”.

Però le vallette sono praticamente le stesse, l’unica novità è Rocco Papaleo.

Mi ero salvata, ero arrivata a quest’età senza conoscere l’esistenza di Papaleo.

Lo sa che stasera ci sono ospiti internazionali come Bregovich, Feliciano, Patti Smith, Noa?

Li abbiamo visti tante volte, mi meraviglio di loro, probabilmente essendo stranieri non percepiscono l’indecenza del quadro in cui vengono a entrare.

Abbiamo capito che questo per lei è il Sanremo peggiore degli ultimi anni.

È la Rai peggiore.

Ma anche il giudizio su Sanremo è negativo.

Indecente. Questo è l’unico aggettivo. Purtroppo ho pagato il canone.

Maria Lo Bianco

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento