martedì, 12 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Su riduzione parlamentari Pd e Lega trovano la quadra
Pubblicato il 15-02-2012


Prove tecniche di nuova alleanza? Forse no, ma tra la Lega e il Partito democratico è nata certamente una sintonia. L’intesa è sbocciata durante l’incontro organizzato per discutere di riforme istituzionali e modifica della legge elettorale. La notizia è riportata in una nota dell’ufficio stampa del Pd.

IL DOCUMENTO – Secondo il documento, le due delegazioni – Roberto Calderoli, Federico Bricolo e Giampaolo Dozzo per la Lega, Luciano Violante, Luigi Zanda e Gianclaudio Bressa per il Pd – hanno raggiunto «una intesa piena sulla riduzione del numero di parlamentari con effetti a partire dalla legislatura del 2013». Sempre a proposito di modifiche all’assetto istituzionale dello Stato, «la delegazione della Lega ha ribadito il proprio primario interesse per una riforma costituzionale che preveda il Senato federale». Si è inoltre registrato «pieno consenso sui meccanismi della sfiducia costruttiva e sui nuovi poteri del presidente del Consiglio e del Parlamento».

NO ALLE PREFERENZE – In materia elettorale, si legge nel comunicato, una eventuale nuova legge «dovrà essere coerente con le riforme costituzionali, riconoscere lo stretto rapporto tra eletto e elettore senza l’utilizzazione delle preferenze». La formula vaga utilizzata lascia supporre l’intenzione di ricorrere al sistema uninominale, mentre è più difficile – ma non improbabile – che si stia pensando a una forma istituzionalizzata di primarie. Per definire come realizzare nei fatti i principi di massima su cui si è trovata sintonia, le due delegazioni si sono impegnate a incontrarsi in ulteriori appuntamenti nelle prossime settimane.

Nicola Bandini

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento