mercoledì, 13 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Tagli alle “auto blu”? Macché, sono ben 64.524
Pubblicato il 17-02-2012


 

Più di trecento milioni di euro all’anno: questo è il risparmio stimato dal governo sulle sempre contestate (e più spesso che no abusate) auto ministeriali. I dati parlano chiaro: nel 2011 le auto di servizio (le cosiddette “auto grigie”) sono calate del 10% e si assestano sulle 53.890 unità. Più lieve la riduzione delle vere e proprie “auto blu”, quelle riservate ai vertici della Pubblica Amministrazione, con un taglio del 13% e un numero stimato di 10.634 vetture. I risultati sono stati presentati da Patroni Griffi, ministro della Funzione Pubblica, durante l’incontro sui dati del censimento 2011 svolto sullo scottante tema da Formez pa.

IL CENSIMENTO – L’indagine è stata effettuata su 8.276 amministrazioni centrali e locali, con un’adesione media del 90,8%. Nello specifico, le amministrazioni del Nord hanno risposto per oltre il 90%, quelle del Centro intorno all’80% e quelle del Sud all’incirca al 70%. «Il parco auto della pubblica amministrazione – si legge nel censimento – risulta ancora eccessivamente sbilanciato sulle auto di proprietà (79%), seguite dal noleggio senza conducente (19%). Il parco auto della Pa risulta obsoleto, sicuramente diseconomico e con considerevole effetto inquinamento, dato che ben 16mila auto (27% circa) ha oltre 10 anni. Risultano anche esserci circa 800 auto non utilizzate».

IL MINISTRO, SPRECO INSOPPORTABILE – «Questo esecutivo – ha dichiarato il ministro – considera un atto di valore politico riportare l’uso delle auto alle ristrette funzioni di servizio eliminando ogni abuso. Quella del risparmio sulle auto blu è una partita importante, ma più importante ancora è far capire che le auto di servizio sono di servizio e non sono status symbol». E Patroni Griffi chiude in modo secco: «Soprattutto in un momento di crisi e di sacrifici, le auto blu rappresentano un insopportabile spreco di denaro pubblico».

CODACONS, ANCORA NON CI SIAMO – «Troppe 64.524 auto blu in circolazione nel nostro Paese. Riteniamo che i tagli effettuati sino ad ora sulle auto di Stato in dotazione alla Pubblica Amministrazione siano ancora insufficienti». Lo ha dichiarato Carlo Rienzi, presidente Codacons.  «Allo stato attuale – afferma – in Italia circola una auto blu ogni 937 abitanti, una vera e propria esagerazione che si ripercuote sulle tasche dei cittadini».

Raffaele d’Ettorre

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento