lunedì, 11 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Un termometro per l’influenza. Sociale
Pubblicato il 20-02-2012


Quanto valgono le relazioni sociali di ciascuno di noi? Sempre di più. La nostra rete personale vale tanto, per i brand, che esistono sempre più strumenti per misurare la nostra capacità di influenza sociale. Il motivo è semplice: l’indicazione amichevole di un ristorante, o il parere positivo su un prodotto condiviso tra amici, ha cento volte il potere persuasivo di uno spot pubblicitario. Per misurare la nostra sfera di influenza, e la capacità reale di incidere su di essa, sta prendendo piede Klout, uno standard per la misurazione dell’influenza nel social web.  Simile ad un “Page rank” per gli utenti, il suo algoritmo mira a misurare l’influenza delle persone in base a ciò che condividono nei social network, alle persone con cui si interagisce e ai feedback che si ricevono. Klout ricalcola il punteggio ogni giorno: come anche Google, Klout modifica continuamente i suoi algoritmi, evolvendo costantemente in base ai movimenti del web sociale, in modo da generare dati il più possibile accurati riguardo l’influenza degli utenti. Klout, inoltre, ha un piano di remunerazione degli utenti: i brand possono individuare gli utenti più influenti nei settori di loro interesse ed offrire loro dei “Perks”, incentivi, dei veri e propri regali, sperando che ciò generi delle discussioni, del sano buzz, verso i propri contatti.

Ci si chiede se questo meccanismo possa riguardare, nel prossimo futuro, anche la politica. Gli opinion leader, i più attivi sui social network, riusciranno con il loro buzzing a convincere delle proprie idee sempre più elettori, soltanto attraverso campagne online? Per saperlo dovremmo avere uno strumento diverso dal calcolo degli algoritmi di Klout: un misuratore di capacità comunicativa, di incisività del linguaggio, di proprietà contenutistica e di coinvolgimento delle idee. Avere tanti contatti non basta: contano i contenuti, in un contesto avvertito, in cui gli elettori sono sempre più esigenti e i competitor combattivi.

Aldo Torchiaro

Giornalista - Sotto Torchio

More Posts

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento