lunedì, 11 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Vasco, sessant’anni di vita spericolata
Pubblicato il 07-02-2012


Oggi Vasco Rossi, alias Blasco, compie sessant’anni. Nato il 7 febbraio 1952 a Zocca, una tranquilla località sull’Appennino a metà tra Modena e Bologna, il più famoso e celebrato rocker italiano deve il suo nome al padre Giovanni Carlo, camionista, che, desideroso di onorare un compagno detenuto con lui in Germania, chiamò il figlio con lo stesso nome.

JOVANOTTI – Quel nome divenuto l’icona rock per eccellenza, e che oggi ha ricevuto gli auguri di Jovanotti: «Buon compleanno Vasco! Oggi – dice Jovanotti – ripenso alla prima volta che ho incontrato la tua musica e a quanto mi colpì. Come se qualcuno avesse inventato un colore nuovo che avevo dentro ma che nessuno aveva mai rappresentato». «Oggi fai 60 anni e io ti vedo come un capo indiano. Per il tuo compleanno – continua la lettera – ti regalo una frase di uno dei miei film preferiti, ‘Big Fish’. Il pesce più grande del fiume diventò tale perché non fu mai catturato. Tu – scrive Jovanotti – sei il più grande del nostro fiume. E continui a crescere! Buon compleanno capo. E grazie per prima per ora e per poi!».

ZOCCA FESTEGGIA – Mentre a Zocca tra i festeggiamenti già si pensa a un museo, il compleanno del Blasco, artista, che continua ad attrarre folle eterogenee, viene celebrato anche sulle pagine del libro di Massimiliano Santarossa, ‘Cosa succede in citta’ riproposto da Dalai editore per il compleanno del rocker di Zocca. «La mia generazione – racconta Santarossa – è cresciuta con il primo Vasco, quello finito in galera, della vita spericolata. Questo romanzo, che riprende il titolo di una sua canzone che fa parte dell’album ‘C’è chi dice no’, è nato da un racconto che a Vasco era piaciuto molto, al punto che lo aveva messo sul suo sito ufficiale e su facebook a fine 2010». Un compleanno importante per un’artista che non ha età e che speriamo lo traghetti fuori dal malessere per il quale si era parlato di lui negli ultimi mesi. Altro che depressione, sogniamo un rocker tutto grinta e sregolatezza.

Diletta Liberati

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento