giovedì, 24 maggio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

America’s Cup hanno vinto l’appalto i soliti noti
Pubblicato il 11-03-2012


Coppa America, tutto come previsto da l’Avanti! lo scorso 26 gennaio. Le indiscrezioni raccolte tre mesi prima dell’espletamento della gara per l’organizzazione degli eventi della kermesse velica in partenza il 7 aprile sul lungomare di Napoli, che davano favorita la società Jumbo Eventi srl, sono state confermate all’apertura delle buste. “Il 3 febbraio si apriranno le buste delle offerte relative alle opere mobili da realizzare in acqua, e circolano le prime voci sull’organizzazione dell’evento: a quanto risulta a l’Avanti!, a scaldare i motori ci sarebbe la Jumbo Grandi Eventi (in passato curatrice di Coppa America a Valencia, Olimpiadi invernali a Torino e Mondiali di Nuoto)”, scrivevamo.
“Sono solo voci, le gare internazionali per l’organizzazione dei servizi non sono state ancora bandite”, commentarono ostentando sicurezza dallo staff dell’Acn, la società di scopo creata per l’America’s cup World Series e presieduta dal presidente dell’Unione industriali, Paolo Graziano. L’appalto da 3.2 milioni di euro l’ha vinto quindi la Jumbo, capofila di un’Ati composta  da Infront Italy e soprattutto K-events srl, società che vanta tra i proprietari anche il patron del Calcio Napoli Aurelio De Laurentiis e l’imprenditore Diego Della Valle.
“Il rischio concreto è che vincano i soliti noti, quelli della lobby dei grandi eventi”, commentavamo tre mesi fa. Pur non essendoci alcun conflitto d’interessi diretto, è noto il buon rapporto tra Graziano e il numero uno della Filmauro, che del primo è vice all’Unione industriali di Napoli. In ogni caso, questa gara avrà un seguito nelle aule giudiziarie: la Opengate di Tullio Camiglieri, risultata unica partecipante alla prima gara annullata per chiedere nuova documentazione, è stata esclusa in seconda battuta e presenterà ricorso al Tar.
Carlo Porcaro
Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento