giovedì, 18 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

La vacanza in Austria è la vera sorpresa di Pasqua
Pubblicato il 21-03-2012


Le ferie di Pasqua si avvicinano e con esse il dilemma vacanze. L’Austria potrebbe essere una soluzione capace di coniugare cultura, mondanità e natura. Dopo essere stata la potenza dominante dell’Europa centrale sotto gli Asburgo, l’Austria non sarà oggi la nazione di spicco nell’Unione Europea, ma dal punto di vista turistico non teme rivali. Sempre in cima alle classifiche delle mete più appetibili e apprezzate per le vacanze sia estive che invernali, l’Austria offre soluzioni ottimali sul piano del rapporto qualità-prezzo.

LA FILARMONICA DI BERLINO – Natura, sfarzo architettonico e una ricca tradizione musicale sono i punti forti del Paese che ha dato i natali a Mozart. In questo periodo, proprio a Salisburgo, la città di nascita del genio musicale, il turismo culturale non può non catalizzarsi attorno al Festival musicale, manifestazione che propone concerti di importanti orchestre, come quella dei Filarmonici di Berlino. Il Festival viene inaugurato ogni anno il sabato prima della domenica delle Palme con la prima di un’opera e prosegue fino al lunedì di Pasqua, giorno in cui per tradizione ha luogo la seconda rappresentazione dell’opera. L’intero Festival prevede sei serate con tre concerti dopo i quali è tradizione passeggiare lungo il romantico fiume che divide in due la città assaggiando le squisite “palle di Mozart”, tradizionali cioccolatini dall’inconfondibile forma sferica.

SCIARE TUTTO L’ANNO – Per chi invece associa il concetto di turismo d’oltralpe a quello di neve l’Austria riserva innumerevoli sorprese anche in primavera: la neve di questa stagione, il firn, è una delle più belle, le baite ospitano lunghissimi happy-hour e i concerti nei rifugi rendono più divertente la vacanza. Quest’anno con le vallate ricoperte da metri di neve la primavera sarà ancora più bella per gli amanti dei due legni. Dove? Per esempio nell’immenso comprensorio sciistico di St. Anton am Arlberg, oppure sui cinque ghiacciai tirolesi di Kaunertal, Pitztal, Sölden, Stubaital e Hintertux o nella stessa capitale regionale Innsbruck, che dispone di diversi comprensori sciistici. Quasi tutte le località sciistiche chiudono tra il 25 aprile e il primo maggio, mentre i ghiacciai consentono di sciare fino a giugno o, come a Hintertux, tutto l’anno.

MERCATINI- Le vacanze di Pasqua in territorio austriaco saranno foriere di curiosità e tradizioni che non potranno non affascinare il turista più esigente e attento alle peculiarità e alle tradizioni locali. Il Giovedì Santo ne è esempio lampante: chiamato Gründonnerstag, cioè “giovedì verde”, la giornata è secondo la tradizione la si trascorre consumando verdure di colore verde. E come ogni Pasqua che si rispetti ci sono uova colorate che inondano case, negozi, strade e addobbano le città e i paesi più piccoli: l’attività preferita nel periodo di Pasqua da grandi e piccoli è infatti colorare le uova. Tra i momenti più attesi i noti mercatini di Pasqua, simili ai mercatini di Natale, sempre molto amati, che si svolgono ogni anno a Vienna, Salisburgo ed Innsbruck. Di fronte al leggendario castello viennese di Schönbrunn, il mercatino pasquale non smette di stupire i turisti grazie agli addobbi tradizionali austriaci di grande effetto, fra cui uova di pasqua decorate in tutte le fogge, candele pasquali e abbellimenti per la casa. E non mancano lavori di artigianato artistico provenienti da tutta l’Austria: oggetti in vetro, ceramica e pietra, giocattoli di legno e di latta, caratteristici animaletti fatti di fieno e prodotti dell’apicoltura. Dunque l’Austria tra turismo tradizionale, culturale e sportivo a Pasqua aspetta proprio tutti.

Per informazioni sul turismo in Austria: http://www.austria.info/it

Offerte: Vicino a Vienna, l’Hotel Höldrichsmühle di Hinterbrühl offre per Pasqua 4 notti al prezzo di 3; tra i servizi è prevista anche la Vienna Card per visitare la città imperiale con sconti e promozioni. Nei pressi di Salisburgo l’Hotel Gmachl a Elixhausen propone la permanenza di 7 notti al costo di 6.

Diletta Liberati

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento