martedì, 22 maggio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Pedone travolto e decapitato sulla Roma-Fiumicino
Pubblicato il 05-03-2012


E’ stato prima investito da un’auto e poi travolto dalle altre che sopraggiungevano e hanno fatto scempio del cadavere. Un terribile incidente stradale si è verificato stamani all’alba sulla corsia di sorpasso della Roma-Fiumicino. Un uomo, non ancora identificato, è stato ucciso dopo essere stato investito da un’auto guidata da un avvocato. Poi il corpo è stato travolto da altre vetture e ridotto a brandelli: talmente straziato che ancora non è stata ritrovata la testa e non è stato ancora possibile identificarlo. Dopo l’incidente, l’autostrada è stata chiusa per qualche ora nel tratto tra l’allacciamento del Grande Raccordo Anulare di Roma al km 7, e l’A12 Roma-Civitavecchia. Nel frattempo gli agenti hanno recuperato i resti del corpo dilaniato e la strada e’ stata riaperta al traffico.

L’INVESTITORE E LA DINAMICA – Ad investire il pedone e’ stato un giovane avvocato di circa 30 anni che si stava dirigendo verso l’aeroporto di Fiumicino. Il pedone stava camminando, per motivi ancora sconosciuti, sulla corsia di sorpasso all’altezza del km13,200 in direzione aeroporto. A quanto accertato dalla polizia stradale, l’uomo si trovava sulla corsia di sorpasso quando è stato investito. L’uomo, dopo essersi fermato a seguito dell’investimento, e’ stato soccorso perché in stato di shock. Sul luogo non e’ stata ritrovata alcuna auto ferma o in panne, questo farebbe presupporre che la persona investita stava attraversando il tratto autostradale e non dovrebbe, dunque, trattarsi di un automobilista sceso dall’auto.

LE VITTIME DELLA STRADA – E’ di 13 morti, 5 dei quali con meno di 30 anni, il bilancio degli incidenti stradali nel fine settimana dal 2 al 4 marzo 2012: nell’analogo weekend dello scorso anno si erano registrate 23 vittime. In particolare, secondo i dati di Polizia e Carabinieri, gli incidenti mortali che hanno coinvolto delle moto sono stati 3, il 23,1% del totale, mentre il 46,2% e’ derivato dalla perdita di controllo del veicolo da parte del conducente. Nella fascia oraria 22-06 si sono verificati 3 incidenti mortali con 3 vittime. Polizia Stradale ed Arma dei Carabinieri hanno attivato i consueti dispositivi di prevenzione e di vigilanza stradale impiegando, in totale, 38.455 pattuglie che hanno proceduto a contestare 20.825 violazioni del Codice della strada, con 23.861 punti tagliati, 833 patenti di guida e 526 carte di circolazione ritirate. Sono stati 18.059, infine, i conducenti controllati con etilometri e precursori per verificarne le condizioni psico-fisiche durante la guida.

Lucio Filipponio

Lucio Filipponio

@LucioFilipponio

More Posts

Follow Me:
DiggStumbleUpon

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento