mercoledì, 26 settembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Ashton Kutcher sarà Steve Jobs, il guru di Apple
Pubblicato il 02-04-2012


Ashton Kutcher come Steve Jobs. Il re di twitter, l’ex di Demi Moore, dunque l’uomo più chiacchierato del mondo cibernetico e non solo vestirà i panni del cofondatore di Apple, Steve Jobs, nell’indie biopic ‘Jobs’. Diretto da Michael Stern (Swing Vote) e scritto da Matt Whiteley il film vedrà Kutcher nei panni di colui che ha rivoluzionato il modo di concepire la tecnologia. Una banale biografia? A quanto sembra no: il film esordisce nel momento e nel luogo storici dove tutto ebbe inizio, in quel garage dove l’adolescenza di Jobs prese una direzione dalla quale non tornò più indietro. Lasciato il college, insieme al suo amico Steve Wozniak nel garage di casa comincia a lavorare alla prima versione  del videogioco ‘Breakout’, e proprio in quel box auto nasce la Apple Computer. La pellicola prosegue quindi seguendo il percorso che avrebbe fatto di Steve non solo un pioniere dell’hi-tech e un abile uomo d’affari, ma anche colui che ‘costruì’ Toy Story, il primo cartone animato completamente in 3D.

IL TOTO-ATTORI – Il nome di Ashton per questo ruolo, già vociferato a ridosso della scomparsa di Jobs lo scorso ottobre, viene ad essere una tautologia: la categoria dell’ovvio infatti si scomoda mettendo a confronto la foto dell’hippie Steve con quella dell’attuale Kutcher, la somiglianza è incredibile. Finanziato da Mark Hulme del Five Star Institute, il film entrerà presto in produzione, ma a quanto sembra il demiurgo della Mela sarebbe conteso da altri: anche la Sony Pictures sta sviluppando un suo progetto di film su Jobs, basato sul best-seller di Walter Isaacson. Dunque il tormentone Jobs continua a far discutere e se già in vita era diventato un ‘guru’, grazie al suo modo di apostrofare folle cibernetiche di giovani speranze, ora il mito come ogni icona degna di tale nome verrà riprodotto più e più volte sulla celluloide.

ACTION FIGURE – Questa però non sarebbe una prima, difatti il soggetto Steve Jobs era già stato preso in considerazione da autori diversi e in contesti disparati: è stato interpretato ad esempio da Noah Wyle (il dottor Carter della serie E.R) nel tv-movie ‘I pirati di Silicon Valley’, dove c’era anche Bill Gates (Anthony Michael Hall); ed è apparso, versione cartoon, sia nei ‘Simpson’ (col nome di Steve Mobs) che in ‘South Park’. Dunque il mito Jobs continua ad affascinare. Oltre l’estetica, riuscirà Ashton Kutcher a sintetizzare il carisma del visionario Jobs? Staremo a vedere. Ma soprattutto sarà più espressivo del suo action figure (riproduzione in scala di personaggi)?
Diletta Liberati
Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento