giovedì, 20 settembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Ci lascia Levon Helm, leader di ‘The Band’. Dylan: «Uno degli ultimi grandi spiriti della mia e di ogni altra generazione»
Pubblicato il 20-04-2012


Il mondo della musica dice addio a Levon Helm. Il batterista e cantante di ‘The Band’, gruppo che fondò insieme a Robbie Robertson raggiungendo l’apice del successo negli anni Sessanta e Settanta, è scomparso al Memorial Sloan-Ketterring Cancer Center di New York dopo aver lottato a lungo contro il cancro. Aveva 71 anni. Vincitore di tre Grammy Award, Helm era malato di cancro alla gola da oltre dieci anni. Professionista d’avanguardia, dopo l’esperienza tra il 1965 e il 1966 con Bob Dylan, con ‘The Band’ dette vita al celebre album ‘Music From Big Pink’.

IL SALUTO DELL’AMICO DYLAN – Proprio lo stesso Dylan, del quale fu un fedele collaboratore tra il ’65 e il ’74, ha voluto ricordare il polistrumentista scomparso che fu una delle colonne della leggendaria band  immortalata da Martin Scorsese nel lungometraggio “The last waltz”: «E’ stato un mio grande amico fino alla fine, uno degli ultimi grandi spiriti della mia e di ogni altra generazione», ha commentato il menestrello di Duluth, «E’ una cosa così triste parlare della sua scomparsa. Ricordo esattamente sia il primo che l’ultimo giorno che lo vidi: è stato tanto tempo fa, e da allora – insieme – ne abbiamo viste tante. Mi mancherà, e sono sicuro che mancherà anche a tutti gli altri».

I FAN SU FB E TWITTER – L’annuncio è stato dato dalla commossa manager Barbara O’Brein «Levon è morto serenamente questo pomeriggio» e la notizia ha dato il via a un susseguirsi di ricordi cibernetici quanto commossi su Twitter e Facebook. Sul social di Mark Zuckerberg, Mattia Ponzo posta stupito :«Oh, cavolo… se ne va a 71 anni uno dei batteristi a mio parere più sottovalutati… rip Levon Helm». Seguito da Maurizio Acerbo, che contrito condivide: «Ci ha lasciato oggi a 71 anni Levon Helm, batterista, voce e polistrumentista della Band. RIP». Su Twitter invece molteplici i messaggi di cordoglio e ammirazione tra i numerosi fan del batterista, @el_buddy cinguetta triste: «RIP a Levon Helm storico batterista di The Band, se non hai The Last Waltz nella tua discografia non puoi capire la sua grandezza infinita!». @flea333 twitta: «All my love to Levon helm». Dunque i suoi fan hanno subito iniziato a rendergli onore in massa.

UNA VITA DA INNOVATORE – Nato in Arkansas, si appassionò alla musica sin da bambino e iniziò a suonare la batteria in un gruppo musicale che era ancora un teenager. Di Helm restano indimenticabili tre canzoni che hanno fatto la storia del rock: ‘The Weight’, ‘The Night They Drove Old Dixie Down’ e ‘Up on Cripple Creek’. Helm viveva a Woodstock, nello stato di New York, in un’abitazione studio, dove oltre alla batteria si cimentava anche con numerosi altri strumenti. Ci lascia dunque un artista poliedrico, che nella sua vena sperimentalista non rinnegò mai l’amore per le amate percussioni e che tutti suoi fan vogliono ricordare nelle sue canzoni, nel suo genio volto alla ricerca delle sonorità e dei ritmi più inconsueti, ma soprattutto nelle sue parole, certa testimonianza del suo spirito, tutt’uno con la tanto amata batteria: «Ogni volta che posso passare ad un altro strumento, cerco sempre di trasformarlo in un altro tipo di tamburo così che lo possa capire meglio».

Diletta Liberati

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento