giovedì, 18 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Esclusiva – Boni: Lascio la presidenza, ma mai la Lega
Pubblicato il 18-04-2012


Davide Boni si è dimesso oggi dalla carica di Presidente del Consiglio regionale della Lombardia. A margine della conferenza stampa con cui ha annunciato le sue dimissioni, l’esponente leghista, sentito in esclusiva dall’Avanti!online, ha la voce spezzata e affranta. La voce, cioè, di chi ha appena preso una «decisione sofferta», come lui stesso ha dichiarato. Boni ha le idee chiare sul suo futuro e su quello della Lega, e a quanti chiedono le dimissioni di Formigoni risponde sicuro: «Basta con le polemiche, guardiamo i risultati».

Ha qualche idea su chi la sostituirà alla presidenza del Consiglio regionale?
No, nessuno ha ancora detto nulla al riguardo. Ci sono 19 dei nostri che potrebbero assumere tranquillamente la carica di presidente del Consiglio ma non è ancora stata presa una decisione in merito.

Crede che il governatore Formigoni procederà a un rimpasto?
Adesso stanno per arrivare due nuovi assessori, che sostituiranno i due uscenti. La formazione del Consiglio però sarà molto simile a quella attuale.

Lei cosa farà adesso?
Tornerò in Consiglio e nel mio gruppo, con la Lega Nord.

In conferenza stampa ha confessato di provare nostalgia per un certo tipo di politica.
Sì, la presidenza del Consiglio dà molte meno possibilità di un contatto diretto con i cittadini. Mi manca la politica “di strada”: ho provato a farla come presidente ma è naturale che, meno stretto è il controllo, meno problemi hai a dire quello che pensi.

Cioè Formigoni le stava con il fiato sul collo?
Con Formigoni c’è sempre stato un rapporto molto franco, a volte anche di conflittualità. Siamo due figure istituzionali diverse e facciamo parte di formazioni politiche diverse. Al di là dell’alleanza, ci sono sfumature di pensiero a volte non sempre simili.

Ultimamente si è parlato di presunte regalie di Daccò al Governatore. Lei si è mai accorto di nulla di strano in Consiglio?
Non sono la guardia del corpo di Formigoni, né tantomeno il suo avvocato difensore.

Non crede che il Presidente della Regione dovrebbe dimettersi e indire le elezioni anticipate?
Al di là di tutti gli scandali, credo che questo Consiglio e questa Giunta abbiano lavorato molto bene. I cittadini questo lo sanno, lo vedono concretamente. Concentriamoci sui risultati ottenuti piuttosto che sulle polemiche.

A proposito di polemiche, cosa sta succedendo in via Bellerio?
È successo che un tesoriere corrotto ha gettato fango sul buon nome di un intero partito, costringendo alle dimissioni anche chi era estraneo ai fatti.

Perché è stata espulsa Rosi Mauro?
È stata espulsa perché è andata contro le indicazioni del segretario federale, Umberto Bossi.

Lei lascerà la Lega?
Questo è assolutamente fuori di discussione.

Come procedono le indagini a suo carico?
Non è cambiato nulla rispetto a trenta giorni fa, non sono emerse nuove situazioni giudiziarie. Le indagini sono ferme e non ho avuto altre comunicazioni da parte della procura.

Cos’è successo a Cassano d’Adda?
Non è successo assolutamente nulla. La magistratura adesso farà il suo corso, con i suoi tempi.

Raffaele d’Ettorre

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento