martedì, 24 ottobre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

La nuova frontiera del viaggio si chiama travel blogger
Pubblicato il 26-04-2012


Un nuovo modo di vivere il turismo. Questo lo spirito che guida il fenomeno del momento, il travel blogger. La nuova frontiera del giro del mondo in pochi click nasce dalla mente dell’inglese Oliver Gradwell, che tramite Travel Blogger Unite da tre anni riunisce i blogger di tutto il mondo in un posto diverso del globo, e che quest’anno dopo le precedenti edizioni di Manchester e Innsbruck ha scelto proprio la regione più verde d’Italia, l’Umbria. Difatti, «l’esperienza – commenta Alessio Carciofi, esperto di marketing e di questo nuovo modo di far turismo – nasce in Spagna, Gran Bretagna e in Giordania, lì chi si occupa di turismo cibernetico, è un vero professionista dell’informazione turistica on line. Io ho portato il format in Italia, ovviamente il quadro di riferimento è sempre il travel blogger esterofilo, poiché lì nasce questa esperimento».

IL TREND DELL’ESTATE – Dunque, basta con itinerari precotti dalle agenzie di viaggio, sempre a rischio fregatura: nell’era della piazza virtuale anche il turista diventa fai da te, o meglio fai come il social comanda. Difatti, «Il fenomeno è conseguenza di questo nuovo modo vivere il turismo – continua l’esperto – segue evoluzione dei social e si basa su comunicazione non più istituzionale, ma da mercato di massa a massa di mercato. Le persone che viaggiano recensiscono posti in cui vanno, e questi consigli sono sempre più seguiti per decidere dove andare in vacanza. Se prima si andava in agenzia, ora l’informazione si basa sempre di più sul guardare foto, consultando recensioni on line».

IL VIAGGIO IN TRE TAPPE – L’appuntamento umbro, fortemente voluto dalla Regione e sostenuto da tutti gli imprenditori locali che metteranno a disposizione dei blogger le loro strutture, punta a far conoscere ai professionisti del turismo sul web non solo le bellezze paesaggistiche dell’Umbria ma anche il ricco tessuto produttivo locale. «Questo modo di vivere il viaggio si sta diffondendo a macchia d’olio – prosegue l’esperto – la forza di questa nuova concezione è la peculiarità di basarsi su dei vissuti reali tramite un’esperienza, che si basa su tre dimensioni: prima del viaggio si consulta per conoscere, durante si condivide in tempo reale le proprie emozioni e dopo, al ritorno (il momento più importante) si pubblicano le impressioni complessive. Una visione totalmente nuova della vacanza».

I PERCORSI IN ITALIA – L’evento web italiano prevede tre giornate (dal 20 al 22) interamente dedicate a meeting tra i travel blogger, durante i quali si affronteranno tematiche legate in modo specifico alla professione e alle potenzialità di sviluppo del settore, e tre giorni (dal 23 al 25) di tour in giro per l’Umbria. I travel blogger, divisi in gruppi di massimo 15 persone, potranno scegliere tra sei diversi itinerari, che tra vini, sport all’aperto, bellezze naturali e fantasie architettoniche si concluderanno a Narni il 25 aprile. Dunque un innovativo modo di vivere e partecipare la propria vacanza, dal  piazzale virtuale a quello reale e sei ovunque: basta un clic.

Emanuele Ciogli

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento