martedì, 21 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Paura per i vostri file? Non più con ‘Security guardian’
Pubblicato il 18-04-2012


Se mi lasci (in giro) mi cancello. Questa la sintesi del nuovo ritrovato tecnologico volto a proteggere la mole di informazioni che quotidianamente ci ausilia,  ci circonda e di cui necessitiamo senza se e senza ma. Nel mondo cibernetico il documento rischia di diventare eterno e non sempre questo è un bene. Hai lasciato la pennetta USB contente dati sensibili proprio nel posto in cui non doveva stare? Non sai come andare a recuperarla e già vedi l’orlo del precipizio professionale o personale sotto i tuoi piedi? Niente paura: un’azienda inglese, la ExactTrak, specializzata in protezione dati, ha sviluppato una penna USB tracciabile tramite GPS che può essere distrutta con una scarica ad alto voltaggio, sciogliendo il chip interno e cancellando tutti i contenuti in maniera definitiva.

SECURITY GUARDIAN CON SIM E TRACCIABILITA’ GPS – Pennetta delenda est. La penna di nome ‘Security Guardian’ è leggermente più grande di quelle che si trovano normalmente in commercio ed è inoltre fornita di una Sim incorporata che permette di rintracciare e bloccare l’accesso al suo contenuto collegandosi al proprio account. Ma se ciò non dovesse funzionare, la scarica elettrica, attivabile anche senza connessione a Internet o comunque senza che la penna sia collegata a un computer, garantisce l’inaccessibilità ai dati. La chiavetta Usb è ormai diventata parte del nostro quotidiano: utilizzata ormai anche come portachiavi, le dimensioni ridotte insieme all’assenza di meccanismi mobili (al contrario degli hard disk comuni) ne fanno un accessorio tecnologico molto resistente e appetibile. Difatti grazie anche alle sempre crescenti capacità di memoria e alla sua interoperabilità la pennetta si sta configurando, accanto ai cd e ai dvd come unità preferita da un crescente numero di consumatori per il trasporto fisico di dati.

COME IL CRIPTEX DEL CODICE DA VINCI – Il ritrovato distruttibile funge dunque come un criptex, il dispositivo massonico celebrato da Dan Brown nel Codice Da Vinci (acido a parte) e secondo i ricercatori l’utilità di tal artefatto è indubbia: ExactTrak sostiene difatti che il 65% delle perdite di dati sono dovute a penne USB o laptop che vengono dimenticati in luoghi pubblici o rubati. Il prezzo di questo dispositivo non è ancora noto, ma si può ipotizzare un costo non troppo lontano da quello delle chiavette comuni, economicamente accessibili per tutti. Dunque, custodi di indicibili segreti dormite sonni tranquilli. Una pennetta vi salverà.

Diletta Liberati

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento