domenica, 16 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Roma città aperta nella XIV Settimana della Cultura
Pubblicato il 11-04-2012


Roma città aperta. Il titolo del celebre film di Rossellini bene si presta ad illustrare uno spaccato importante della tradizionale Settimana della Cultura, iniziativa promossa nella Capitale come nelle altre decine di capoluoghi d’arte dell’Italia dal Ministero dei Beni culturali. Dal 14 al 22 aprile Roma, al pari delle tantissime altre città italiane, apre gratuitamente al pubblico le porte di musei, ville, monumenti, aree archeologiche, archivi e biblioteche statali per promuovere e valorizzare il Patrimonio culturale italiano. A fare da filo rosso all’appuntamento, da sempre molto atteso e partecipato, è quello di trasmettere l’amore per l’arte e favorire nuove esperienze culturali attraverso la conoscenza dell’immenso patrimonio italiano.

LA VOSTRA CITTA’ CHE NON CONOSCETE – La XIV Settimana della Cultura presenta un ventaglio amplissimo di possibili scelte e percorsi nella storia e nell’arte. Un partrimonio collettivo da scoprire con occhi esterrefatti per una città che magari ogni giorni si vive distrattamente e la si cvonosce ancora meno; oppure con lo sguardo ammirato del turista che può godersi al meglio l’agognata meta di vacanze.

L’ARTE DELLA MEMORIA – C’è solo l’imbarazzo della scelta e allora scelta sia tra i Musei di Villa Torlonia, che proporranno due gioielli espositivi con ‘Gli Artisti di Villa Strohl-Fern’: un’emozionante occasione per vedere o rivedere opere che ci restituiscono il clima internazionale delle Secessioni, delle Biennali romane, le magie della Scuola romana e ‘L’angolo del dandy’ a ricostruire aspetti meno noti ma più intriganti della personalità di vari artisti tra cui Karen Blixen e Luchino Visconti.

PERCORSI ROMANTICI – Se siete in due e vi amate quanto il patrimonio pittorico, non potete perdervi la pennellata di romanticismo che viene dagli acquerelli e dalle incisioni della mostra ‘Luoghi comuni. Vedutisti francesi a Roma tra il XVIII e il XIX secolo’, al Museo di Roma Palazzo Braschi. Le opere esposte raccontano una Roma vissuta da vicino: difatti sono state realizzate durante il soggiorno in città di pittori legati quasi tutti alla cerchia che gravitava intorno all’Accademia di Francia. Se invece non resistete al fascino dell’arte moderna non potrete perdervi la mostra ‘Luoghi, figure, nature morte/Opere della Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale’, circa 140 opere, selezionate lungo l’arco cronologico della collezione e distribuite nei tre piani della rinnovata Galleria d’Arte Moderna.

STORIA E CURIOSITA’ – Se invece la curiosità storiografica vi porta ad esplorare anche pezzi del vissuto quotidiano di chi la storia l’ha fatta, non potrete non a approfondire, attraverso visite guidate, la conoscenza del patrimonio storico culturale di Roma: dagli oggetti personali di Napoleone conservati al Museo Napoleonico, alle incisioni e disegni appositamente estratti dalle cassettiere del Museo di Roma, al prezioso complesso del Sepolcro degli Scipioni, recentemente restaurato, ai rilievi di monumenti e scavi dell’Archivio Storico della Sovraintendenza, sino ai dati immateriali della cartografia del territorio di Roma. Dunque tra arte e storia in questa settimana tutta dedicata alla più grande ricchezza del Bel Paese, Roma dona  nuove sfumature a un’offerta turistica che già di per sé non ha rivali al mondo.

Clicca Qui per scaricare la brochure sulla XIV Settimana della Cultura.

Diletta Liberati

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento