domenica, 16 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Tornatore fa l’offerta migliore: sbarca a Trieste per le riprese del suo The best offer
Pubblicato il 10-04-2012


Dopo Nuovo Cinema Paradiso, Baaria  e tanti altri ancora Giuseppe Tornatore rilancia e fa la migliore offerta. In questi giorni infatti è a Trieste per la scelta dei set del suo nuovo film, The best offer. La produzione vedrà il maestro impegnato per cinque o sei settimane di riprese nella zona triestina prima di spostarsi a Vienna e in Alto Adige e per lui si tratta di un ritorno a Trieste: nel 2005 infatti il regista vi aveva girato «La sconosciuta» con Xenia Rappoport, riconoscendo già allora alla città il pregio di una luce straordinaria e di avere quell’appeal da grande schermo che hanno in poche.

CAST E MUSICHE D’ECCEZIONE – Prodotto da Paco Cinematografica, la pellicola racconta una storia d’amore fuori dagli schemi ambientata a Vienna, la trama è ancora top- secret, ma si sa però che girerà attorno al mondo delle aste: alberghi di lusso, saloni d’epoca, ristoranti raffinati. Nel cast Geoffrey Rush e Jim Sturgess, mentre le musiche saranno affidate al Maestro Ennio Morricone. L’annuncio è arrivato da Federico Poillucci di Fvg Film Commission, dopo i sopralluoghi che il regista siciliano – Oscar nel 1988 con Nuovo Cinema Paradiso – ha effettuato in questi giorni tra il capoluogo giuliano e alcune zone del Friuli per trovare le giuste ambientazioni.

I PRIMI SOPRALLUOGHI – Locations seguite fino al dettaglio più apparentemente insignificante per il Maestro che accompagnato nel sopralluogo dai suoi storici collaboratori, tra cui Maurizio Sabatini, scenografo di Baaria, e il direttore della fotografia Fabio Zamarion, si è concentrato sulla location come sedi ufficiali quali Prefettura, Camera di Commercio, caffè storici e hotel di classe. Il cuore delle riprese triestine esterne sarà invece la zona di Largo Panfili, dove svettala Chiesa EvangelicaLuterana. Il luoghi nei quali girare sembrano dunque essere il cavallo di battaglia di questa nuova fatica di Tornatore, che siamo sicuri dopo Baaria, ci regalerà un altro capolavoro.

Diletta Liberati

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento