giovedì, 23 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

iPhone in metallo liquido: a Cupertino la nuova sfida targata Apple
Pubblicato il 21-05-2012


A Cupertino non si sta fermi un momento. La Apple è al lavoro sulle prossime versioni del nuovo iPad e iPhone. Ed anche stavolta promette di innovare in maniera sostanziale i prodotti con cui negli ultimi anni è andata alla conquista del mercato dei device multimediali. La novità maggiore che potrebbe riguardare le prossime uscite di casa Apple è l’utilizzo del Liquid Metal o metallo liquido che dir si voglia, una lega di metallo amorfo che presenta caratteristiche molto interessanti se applicata ai terminali elettronici che l’hanno resa famosa nel mondo.

LA NUOVA SFIDA DI APPLE – Prepariamoci, perché tra Terminator e LiquidMetal si gioca la prossima partita commerciale della Apple pronta a mettere in vendita, forse tra qualche anno, le nuove versioni dei suoi mobile device prodotte in questa formidabile lega metallica. Cinematograficamente nota grazie al film Terminator 2, questa lega metallica è frutto del lavoro di ricerca di una azienda californiana. La Liquid Metal Technologies ne avrebbe ceduto l’esclusiva per l’utilizzo nel campo elettronico alla Apple di Cupertino già dal 2010.

Un accordo di carattere perenne e mondiale, con buona pace dei vari competitor di Apple che adesso dovranno rivolgere la loro attenzione altrove per restare al passo con i nuovi standard che iPhone e iPad si preparano a lanciare nei prossimi anni. Certo, ci vorrà ancora un po’ di tempo prima di poter sfiorare con le mani il metallo liquido dei nostri telefonini. L’inventore di questa nuova lega, Atakan Peker, afferma che potrebbero volerci ancora dai 2 ai 4 anni per sviluppare in questa lega il case o il chassis dell’IPad o dell’IPhone.

L’INVESTIMENTO DI CUPERTINO – Intanto, a Cupertino sono pronti ad investire su questa lega metallica dai 300 ai 500 milioni di dollari. Peker afferma che il Liquid Metal è super duro, anti graffio ed elastico. I benefici maggiori potrà darli sotto forma di componenti strutturali come chasis e case appunto. Non filtra nenache una parola dagli uffici di Cupertino in merito alle strategie che stanno dietro l’acquisto dell’esclusiva su questa lega. Peker sembra pensare che la Apple voglia sfruttare appieno le caratteristiche tecniche di questo nuovo materiale, lavorando al progetto di un nuovo prodotto rivoluzionario che sappia combinare insieme design industriale ed una innovativa interfaccia utente. Ed in un mondo ‘liquido’ la telefonia mobile non può fare altro che adeguarsi.

Marco Bennici

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento