domenica, 24 giugno 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Un vento nuovo in Europa
Pubblicato il 07-05-2012


Congratulazioni al compagno Hollande, con lui torna a vincere l’Europa degli uguali e del talento. Una vittoria che porta un vento nuovo in Europa. Un’occasione storica che può imprimere una svolta per tutto il continente.  Hollande ha vinto con una proposta politica che mette al centro la crescita, il merito, il talento, e la responsabilità; ha vinto con un programma incentrato sull’equità, su una maggiore giustizia sociale e sulla solidarietà; ha vinto perché in lui gli elettori hanno visto un’alternativa credibile alle politiche del rigore finanziario imposte dal duo Mekel-Sarkozy.

Le elezioni francesi spingono l’Europa in una nuova direzione, verso una stagione nel segno della crescita, e mi auguro che gli effetti di questo cambio di marcia si facciano sentire presto anche da noi.  E’ il momento per la sinistra italiana di cogliere il vento di cambiamento che arriva da oltralpe: dalla Francia può e deve arrivare un grande impulso per rilanciare anche in Italia, in vista delle prossime elezioni politiche, il progetto di una ‘Casa dei riformisti’ in cui si riconoscano partiti laici, riformisti, socialisti.  Ovunque l’alternativa alla destra conservatrice, populista e xenofoba si chiama con una sola parola: socialista. Chi pensava che il socialismo fosse un cane morto dovrà mettersi l’animo in pace. Il socialismo è vivo.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento