domenica, 21 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Vent’anni dopo Capaci
Pubblicato il 23-05-2012


A gridare la propria rabbia, venti anni fa, fu l’Italia del merito, della fiducia nelle istituzioni democratiche, della legalità, della dedizione al lavoro di cui Giovanni Falcone rappresentava un’eccellenza.. È in quella Italia, fondata sulle idee e sul talento delle giovani generazioni, che ancora oggi dobbiamo riporre le nostre speranze. Il modo migliore per ricordare Falcone è rinnovare quotidianamente quello scatto nella coscienza civile degli italiani che la strage di Capaci generò”.

Domani sarà a Corleone per partecipare ai funerali di stato per Placido Rizzotto, il sindacalista socialista ucciso dalla mafia i cui resti sono stati identificati alcuni mesi fa. Quelle di Falcone,  Borsellino e Rizzotto sono storie esemplari che raccontano la scelta di vita di chi sposò la libertà e la giustizia e in nome di entrambe si oppose ai soprusi, alle prevaricazioni, al dominio di un pugno di uomini sull’intera comunità.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento