venerdì, 14 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Avanti Italia! Cara Germania, in Europa il “rigore” non basta
Pubblicato il 29-06-2012


Nonostante (quasi) tutti i pronostici, l’Italia va avanti come un treno verso la finale di Kiev contro le “Furie rosse”. Soltanto il segretario del Pd Pierluigi Bersani aveva osato pronosticare: «Battiamo la Germania 2 a 0». E ci aveva preso, non fosse stato per quel dubbio rigore al ’90. Lontano dal vertice di Bruxelles, dove si gioca la ben più difficile “partita dello spread”, a Varsavia è l’Italia di “supermario” Balotelli a cacciare la Germania dall’europeo.  L’inflessibile Germania della cancelliera Angela Merkel ha trovato davanti a sé una Nazionale coriacea che ha fatto letteralmente piangere lacrime amare ai numerosi tifosi tedeschi accorsi a Varsavia.

I TEDESCHI RIVIVONO LA “MALEDIZIONE AZZURRA” –  «Non vincete mai, non vincete mai!» hanno intonato i tifosi azzurri nelle strade della Capitale dopo il fischio del novantesimo che ha consegnato alla Nazionale le chiavi della finale. Era successo a Città del Messico nel ’70, poi nell’82 al Santiago Bernabeu di Madrid, quando il presidente socialista Sandro Pertini baciò la coppa e fu portato in trionfo dai Campioni del Mondo, poi ancora a Dortmund e ora anche a Varsavia. Sull’Italia la Germania non passa. L’ultimo incubo dei tedeschi ha il volto indiavolato, senza maglietta, di Mario Balotelli con i due gol da manuale che hanno lasciato impietrito l’estremo difensore della Germania.

LA PARTITA – Balotelli è il re della semifinale, con la sua doppietta, al 20’ di testa e al 36’ con un capolavoro all’incrocio dei pali. Ma gli Azzurri, che portavano il lutto al braccio in tributo al carabiniere ucciso in Afghanistan, hanno fatto squadra. Dopo le primissime battute un po’ in affanno Cassano e Pirlo hanno dato prova di fantasia e grande preparazione atletica. Ha funzionato il centrocampo che ha fatto ballare la Germania incapace di condurre il gioco. Ha funzionato la difesa, a parte un paio di occasioni regalate, che non ha premesso ai tedeschi di finalizzare. E poi ha funzionato anche lui, Gianluigi Buffon che, come sempre, ha blindato la porta. Peccato per il rigore. Ma non importa, ora ci aspetta la Spagna. Avanti Italia!

Roberto Capocelli

Roberto Capocelli

Roberto Capocelli

@robbocap

More Posts

Follow Me:
DiggStumbleUpon

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento