lunedì, 25 giugno 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

È scomparso Massimo Fichera, “padre” e innovatore di Raidue
Pubblicato il 06-07-2012


È stato un dirigente socialista, padre di Rai Due, vicedirettore della Tv pubblica, grande innovatore del panorama televisivo, vicepresidente dell’ISIMM, Istituto per lo studio dei media e della multimedialità fondato da Enrico Manca, presidente di Euronews, studioso e profondo conoscitore del sistema dei media. Un laico e un uomo dalla grande sensibilità per la letteratura, il teatro, il cinema. Tutto questo è stato Massimo Fichera scomparso, ieri a Roma, dopo una lunga malattia. I funerali, informano Rainews 24 e televideo Rai, sono previsti per sabato alle 10 al Verano.

SENATORE LABELLARTE (PSI), «GRANDE CAPACITÀ INNOVATIVA E LUNGIMIRANZA» – «Un uomo dalla grande capacità innovativa che lo ha portato ad essere interprete e promotore di cambiamenti fondamentali nel sistema radiotelevisivo italiano». Così lo ricorda il senatore del Psi, Gerardo Labellarte, che sottolinea come Fichera sia stato un «grande dirigente socialista che ha contribuito a costruire la Rai con la lungimiranza che solo la sua profonda cultura e conoscenza del sistema dei media potevano garantire». Labellarte ha voluto anche parlare del suo grande affetto nei confronti del figlio Daniele, al quale lo lega «la lunga militanza nella giunta comunale di Roma sotto l’amministrazione del sindaco Carraro».

UNA VITA PER IL SERVIZIO PUBBLICO – Nato nel 1929 a Catania, Massimo Fichera approdò alla direzione della seconda rete in seguito alla riforma del 1975. La sua impronta nella guida del canale emerse fin da subito, caratterizzando Raidue per una produzione più innovativa, più giovanile e spregiudicata, fuori dagli schemi della democristiana Raiuno. Sua la paternità di programmi storici come L’altra domenica, presentato dal 1976 al 1979 da Renzo Arbore, Odeon, il rotocalco del Tg2 creato da Emilio Ravel e Brando Giordani, Supergulp, Portobello, la creatura di Enzo Tortora in onda dal 1977 al 1983, e Sereno Variabile, condotto da Osvaldo Bevilacqua sin dalla prima edizione del 1977.

ESPERTO DI STORIA DELLA TELEVISIONE CON UNA VISIONE EUROPEISTA – Esperto di storia della televisione italiana e internazionale, Fichera fu anche vice-presidente dell’Istituto per lo Studio dei Media e della Multimedialità, creato nel 1991 dal socialista Enrico Manca, ai tempi Presidente della Rai. Dal 1992 al 1996 Fichera fu direttore generale e presidente di Euronews a Lione, per poi dedicare gli ultimi anni ad un’intensa collaborazione con Rai Educational.

La redazione dell’Avanti!online e il direttore Giampiero Marrazzo si stringono alla famiglia, in particolare al figlio Daniele, cui fanno le loro condoglianze.

Roberto Capocelli

Roberto Capocelli

Roberto Capocelli

@robbocap

More Posts

Follow Me:
DiggStumbleUpon

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento