sabato, 15 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Monti-Hollande: subito misure anticrisi, asse Italia-Francia più forte
Pubblicato il 31-07-2012


È partito dall’Eliseo il tour europeo del capo del governo Mario Monti: accompagnato dal neoministro all’Economia, Vittorio Grilli e dal responsabile delle politiche europee, Enzo Moavero, Monti ha avuto un lungo colloquio con il presidente francese Francois Hollande che ha rilanciato l’impegno per difendere, consolidare e rafforzare la zona dell’euro, sottolineando che è necessario «attuare subito le decisioni» anticrisi adottate all’ultimo vertice europeo del 28 e 29 giugno scorsi. Il primo ministro italiano ha poi ribadito il suo ottimismo sulla crisi economica – già espresso in mattinata – definendo il momento difficile come un «tunnel che sta cominciando ad illuminarsi».
L’INCONTRO TRA HOLLANDE E MONTI – Il capo del governo italiano ha «molto gradito questo invito del presidente della Repubblica francese» aggiungendo che «Francia e Italia, in particolare in questa fase, hanno una intensità di collaborazione stretta nel contesto europeo e anche bilateralmente». Monti ha poi sottolineato l’importanza vitale della «posta in palio per la stabilità, la forza dell’eurozona e la sua capacità di contribuire alla crescita economica» ammonendo che: «Non ci possiamo permettere nemmeno un minuto di disattenzione». Il capo dell’Eliseo ha poi elogiato l’intervento della scorsa settimana del presidente della Bce, definendo «forti» le parole di Mario Draghi e aggiungendo che queste possono rappresentare «il segno che l’eurozona vuole preservare quello che rappresenta, la forza di avere una moneta unica capace di dare all’Europa una coerenza ed un progetto».

IL VERTICE BILATERALE A LIONE – Hollande ha poi confermato l’intenzione organizzare a Lione – il prossimo dicembre – un vertice bilaterale tra Francia ed Italia poichè i due Paesi «desiderano lavorare insieme». Questa ipotesi era già stata espressa dal presidente francese durante una visita ufficiale a Roma dello scorso 14 giugno.

Silvia Sequi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento