lunedì, 10 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Neanche ‘superMario’ Monti salva gli Azzurri dalle Furie Rosse
Pubblicato il 02-07-2012


E’ stata una disfatta. Con un impietoso 4 – 0 gli Azzurri tornano a casa. La Nazionale di Prandelli ha combattuto, ha giocato un campionato Europeo con dignità, è arrivata in finale. Ma, a Kiev, gli 11 in maglia azzurra hanno trovato le “Furie Rosse” davvero infuriate. Gli spagnoli hanno tenuto la palla per tutta la partita e questa volta nemmeno “Supermario” ha potuto salvare l’Italia che ha combattuto fino all’ultimo lasciando il campo con l’amarezza negli occhi. La Spagna merita di portare a Madrid la coppa, la loro superiorità, per tutto il torneo, non ha mai lasciato spazio a dubbi.

ARRIVATI STANCHI IN FINALE  – Non hanno potuto giocare la finale che volevano: gli Azzurri sono arrivati stanchi e infortunati alla finale e lo si è visto in campo sin dall’inizio. Non c’è stata partita. Ma, l’obiettivo di Prandelli di ridare entusiasmo e di riavvicinare al pubblico gli Azzurri ha avuto successo. Anche l’Italia migliore avrebbe fatto fatica contro questa Spagna. Chiellini e Cassano non erano in forma: avevamo avuto pochi giorni per recuperare dopo la bella prova con la Germania. Poi Thiago Motta si è fatto male 5 minuti dopo essere entrato in campo. Siamo rimasti in 10 a fronteggiare l’attacco degli spagnoli, ed è finita.

IL PREMIER MONTI – Il premier Mario Monti, dopo il fischio finale, si è recato negli spogliatoi per consolare gli Azzurri che, da Bonucci a Buffon, sono scoppiati in lacrime al termine del match. Monti ha ribadito che quella di Kiev è stata «una grande impresa fra due squadre fortissime. I ragazzi ci hanno fatto sognare, ma stasera ci siamo svegliati». E in un momento di tristezza per la squadra azzurra il Premier ha parlato anche della crisi che colpisce il Paese, affermando che gli Italiani sono un popolo in grado di affrontare le difficoltà e che «molto dipende da tutti noi, dalla nostra persistenza nel percorrere una strada che comporta ancora sacrifici». Ma, ha aggiunto Monti, «credo che la luce alla fine del tunnel comincia a penetrare il buio e prego i miei concittadini di tenere presente che stiamo dando una prova di serietà che no c’è stata nei decenni passati e che ci ha permesso di ritrovare la credibilità». Monti ha concluso affermando che gli sforzi dell’Italia «si concretizzeranno presto in risultati».

Redazione Avanti!online

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento