lunedì, 21 maggio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

The Amazing Spiderman: il primo numero del fumetto per un nuovo ‘inizio’ in 3D
Pubblicato il 02-07-2012


Torna sul grande schermo uno dei personaggi più amati dei fumetti Marvel: Spiderman. L’uomo ragno lo avevamo lasciato nell’ultimo episodio della precedente trilogia firmata da Sam Raimi e interpretata da Tobey Maguire, nei panni del super-eroe, e Kirsten Dunst nel ruolo di Mary Jane. Ma The Amazing Spiderman, nelle sale a partire da mercoledì 4 luglio, non segue affatto il filone precedente che ha visto le imprese dell’Uomo Ragno divise in tre “puntate” dal 2002 al 2007. Piuttosto racconta, una volta per tutte e in 3D, le origini dell’amata leggenda di quell’eroe mutante, dall’aspetto umano, ma dai poteri dell’aracnide utilizzati per salvare la città dalla criminalità e dal male.

IL DIETRO FRONT DI COLUMBIA PICTURES – Il film diretto da Marc Webb e che riprende il titolo del primissimo fumetto sull’Uomo Ragno, datato 1965, è già cult per gli appassionati. È sempre difficile girare il primo episodio di una saga quando in passato ne sono stati prodotti tanti e di successo, ed è questa la sfida che consapevolmente ha colto il regista Marc Webb nel nuovo film sulle origini di Spiderman che, negli ultimi anni, era tornato ad appassionare il pubblico di tutto il mondo attraverso l’opera del predecessore, Sam Raimi. Ma la creazione di un nuovo primo episodio non è casuale e non si muove su una direzione così divergente rispetto agli Spiderman dello scorso decennio. Nel 2007, anno in cui uscì il terzo episodio della saga firmata da Raimi, venne ipotizzata dai produttori di Columbia Pictures la lavorazione di un quarto episodio, diretto sempre dallo stesso Raimi. Tuttavia nel 2010, forse per il grande boom che in quegli anni ebbe il cinema 3D consacrato nel 2009 dal colossal di James Cameron Avatar, la produzione cambiò rotta e si iniziò a pensare ad una nuova serie cinematografica tratta dal fumetto Marvel, il cui primo episodio fosse proprio in 3D.

MARC WEBB, IL REGISTA DELLE STAR DEL POP – Oltre all’innovazione rappresentata dalla tecnica tridimensionale, un’altra novità è rappresentata dal regista Marc Webb. Il director del nuovissimo The Amazing Spiderman oltre ad essere più giovane rispetto a Raimi, è solo al suo secondo film per il grande schermo. Il primo, (500) giorni insieme, ebbe un grande successo, ma ciò che nel panorama dello showbiz ha reso noto Webb è la sua straordinaria esperienza nel settore della videografia; ha diretto, infatti, e sceneggiato un numero impressionante di videoclip di genere musicale, dagli ultimi successi dei Green Day a quelli dei Maroon Five, dalle clip di Fergie (la bella dei Black Eyed Pease) ai video del gruppo Jimmy Eat World.

GIOVANISSIMI ATTORI PROTAGONISTI DELLE ORIGINI – L’ultima novità è rappresentata dal cast che ha subito uno straordinario refresh. Per i ruoli principali sono stati chiamati due giovanissimi volti di Hollywood: Andrew Garfield ed Emma Stone, sicuramente credibili nei panni di Peter Parker (il giovane fotoreporter del Daily Bugle nonché super-eroe) e di Gwen Stacy, la ragazza della quale Spiderman si innamora nel primo numero del fumetto,  edito dalla Marvel nel dicembre del 1965. Gli attori protagonisti sono entrambi molto giovani quanto già sulle prime pagine di tutti i giornali soprattutto perché “galeotto” fu il set che li fece incontrare e innamorare. I due infatti si sarebbero fidanzati proprio nel corso delle riprese, come da tradizione per la maggior parte delle storie d’amore tra le star di Hollywood. Speriamo che anche questo happy-ending sia di buon auspicio per The Amazing Spiderman, ma i presupposti per il successo del film ci sono tutti e sono anche tridimensionali.

Vittoria de Petra

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento