venerdì, 19 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Tv: da Happy Days a Shamless, che brutta fine ha fatto la famiglia americana
Pubblicato il 18-07-2012


Se in Italia abbiamo i Cesaroni e Un Medico in famiglia, o l’ultimo successo Rai Una grande Famiglia (dove ha fatto discutere un lungo bacio gay tra un diciottenne e un ragazzo piu’ adulto), la vera rivoluzione in tema di relazioni familiari arriva dalla tv Usa. Sia nella commedia che nel dramma la famiglia moderna americana diventa sempre piu’ protagonista, anche se negli ultimi decenni ha letteralmente cambiato i suoi connotati.

ADDIO FAMIGLIA PERFETTA ANNI ’70 E ’80 – Quelle perfette che ci mostrava la tv negli anni Settanta e Ottanta, i Bradford, i Cunningham di Happy Days, i Robinson, non esitono piu’. E oggi ci sono molte variabili da considerare. A partire da ‘The Simpson’ passando per ‘2 uomini e mezzo’, a ‘Modern Family’ (ricoperta da una pioggia di premi Emmy e tra le preferite del presidente Usa Obama), ma anche ‘The middle’, ‘Parenthood’, ‘Suburgatory, ‘Gossip Girl’, fino ad arrivare a ‘Shameless’ che e’ quanto di piu’ lontano ci possa essere dal modello proposto nei primi anni ’90 ad esempio da ‘Settimo cielo’.

ARRIVANO I GALLAGHER – I Gallagher sono i protagonisti di Shameless che torna in prima tv assoluta con la seconda stagione dal 20 luglio, ogni venerdi’ in prima serata su Mya (Mediaset Premium). In America e’ risultata la seconda serie tv piu’ vista del network Showtime. Nata dalla mente di Paul Abbott, la storia segue le vicende dei Gallagher, famiglia disastrata in cui il padre Frank (William H. Macy) e’ un alcolizzato sempre in stato stuporoso a cui la moglie ha lasciato ben sei figli da accudire. Impossibilitati a fare affidamento sul genitore, i ragazzi sono costretti ad aiutarsi a vicenda e a ricorrere ai piu’ vari espedienti per cavarsela. Ambientata in una Chicago ben lontana dal sole e dagli agi della California, la serie segue le vicende dei Gallagher che vivono in un quartiere operaio in periferia, Chatsworth dove tra droga e violenza, la malavita dilaga e la disoccupazione ha raggiunto livelli altissimi. Fiona Gallagher (Emy Rossum), la figlia maggiore, nonostante l’eta’ e’ lei il vero fondamento di questo sgangherato nucleo.

EMY ROSSUM E’ LA STESSA DEL MOMENTO – Fiona e’ sempre impegnata tra famiglia, lavoro e serate con le amiche. Lip e’ il secondogenito, ottimo studente e con grandi piani per il futuro; il fratello Ian (Cameron Monagham) invece, trascorre le sue giornate tra scuola, lavoro e una relazione segreta. Infine ci sono Carl (Ethan Cutkocky) e la sorella Debbie (Emma Kenney), i piu’ giovani. I temi trattati in Shameless sono molto forti, anche se sviluppati in maniera divertente. Grazie alla stabile sceneggiatura, ricca di umorismo nero e pungente, la serie racconta di una comunita’ problematica che, con grande spirito di sopravvivenza e solidarieta’, tira avanti nonostante le difficolta’ di ogni giorno. Altra riprova della popolarita’ della serie, e’ che l’attrice Emy Rossum (Fiona) e’ entrata nell’olimpo delle attrici piu’ in vista del momento e lo dimostra la copertina di ‘The Hollywood Reporter’ di Giugno. Tra le scene hot: sesso in cucina e sesso sotto ad un tavolo durante una ripetizione di matematica, ma non mancano scene di scippi e quant’altro il tutto condito da un linguaggio che non lascia nulla all’immaginazione ma dove l’umorismo regna sovrano.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento