domenica, 20 maggio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Vittorio Grilli neoministro dell’Economia: dopo tanti “no” è il momento del riscatto
Pubblicato il 12-07-2012


Forse questa nomina riuscirà a strappare un sorriso al riservato Professor Vittorio Grilli, da ieri pomeriggio neoministro dell’Economia e delle Finanze grazie alla “cessione” di Monti. Economista di 54 anni, Grilli è stato Direttore generale del ministero del Tesoro dal maggio 2005 e lo scorso ottobre è stato uno dei protagonisti del balletto di poltrone per la nomina del governatore di Bankitalia, in seguito alla designazione di Mario Draghi a capo della Bce. Nonostante godesse della fiducia di Giulio Tremonti e della stima di Draghi, alla guida della Banca d’Italia gli venne preferito, a sorpresa, Ignazio Visco.

LA DELUSIONE PER LA MANCATA NOMINA A GOVERNATORE BANKITALIA – La reazione per la mancata nomina fu di delusione ed amarezza che si sarebbero potute però trasformare in soddisfazione qualora fosse stato designato ministro dello Sviluppo Economico, Infrastrutture e Trasporti, durante la formazione del governo “tecnico” di Monti, lo scorso novembre. Ma anche in quel caso, la scelta non cadde su di lui, ma su Corrado Passera. L’alto funzionario si trovò quindi ad “accontentarsi” del ruolo di vice ministro dell’Economia e, negli ultimi tempi, è rimasto piuttosto nell’ombra perché a presenziare in quasi tutti i vertici cruciali dell’Unione europea è stato lo stesso Monti, in qualità di responsabile delle Finanze ad interim.

IL NUOVO ORGANO ISTITUITO DA MONTI – Il capo del governo dopo otto mesi lascia dunque l’incarico ad interim e fa un passo indietro, ma non completamente. In una nota di Palazzo Chigi, si legge infatti che Monti «ha anche deciso di istituire, presso Palazzo Chigi, un Comitato per il coordinamento della politica economica e finanziaria, da lui presieduto». Della nuova task force faranno parte il neoministro dell’Economia, Vittorio Grilli, il ministro per lo Sviluppo Economico, Infrastrutture e Trasporti Corrado Passera e altri ministri competenti che devono essere ancora stabiliti. Alle riunioni del Comitato potrà essere invitato il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco.

LE CONGRATULAZIONI DI BERLUSCONI – «Esprimo le congratulazioni mie personali e del Popolo della Libertà al nuovo ministro dell’Economia Vittorio Grilli, le cui alte qualità ho potuto apprezzare durante gli anni nei quali ho avuto l’onore di guidare il governo del Paese. Al ministro Grilli rinnovo la mia stima in questa fase così delicata e complessa per l’Italia e per l’Europa e invio i migliori auguri di buon lavoro», così si è espresso Silvio Berlusconi in una dichiarazione diffusa dall’ufficio stampa del Pdl.

LE DICHIARAZIONI DEL COMMISSARIO UE – Il vicepresidente della Commissione Ue Olli Rehn si è congratulato con l’ex viceministro «per il suo nuovo incarico come Ministro delle Finanze». «Vittorio, che conosco da molto tempo –  ha proseguito il Commisario Ue – ha avuto un ruolo chiave nella gestione della crisi dell’eurozona. Sarò lieto di lavorare assieme a lui per risolvere la crisi del debito in Europa attraverso la ripresa, le riforme e il rafforzamento dell’eurozona».

Silvia Sequi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento