giovedì, 23 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Anche i grillini pagano: interviste tv dei consiglieri emiliani a peso d’oro. Politica e informazione “cattive maestre”
Pubblicato il 14-08-2012


Monta la polemica dopo la notizia di Repubblica sui consiglieri regionali che pagano, con i soldi pubblici, interviste che vanno in onda su tv e radio locali dell’Emilia-Romagna. Domenica l’Aser, il sindacato dei giornalisti, aveva sollecitato l’Ordine ad aprire procedimenti contro quei cronisti che avessero preteso pagamenti per ospitare spazi per la politica; oggi il quotidiano torna sull’argomento, aggiungendo che oltre a esponenti di Pdl, Udc e Sel, sono coinvolti anche i consiglieri 5 Stelle.

IL GRILLINO, «HO PAGATO E CONTINUERO’ A PAGARE» – Il grillino Giovanni Favia ha ammesso di avere speso soldi del suo gruppo per farsi intervistare da emittenti locali: ”L’informazione non è libera, continuerò a pagare per andare in TV”, ha detto Favia, aggiungendo che non è una rivelazione, perché quelle spese sono documentate sul sito del Movimento. Beppe Grillo, invece, aveva sostenuto che chi va in TV scredita l’intero movimento.

SILVIA NOE’ (UDC), LO FANNO TUTTI  – In un’intervista il consigliere regionale dell’Emilia, Silvia Noe’, aveva dichiarato che pagare per delle interviste e’ prassi comune e consolidata: «Sì, è così. È un modo per garantire a noi consiglieri regionali la presenza nei programmi televisivi, in modo che si abbia la possibilità di raccontare il nostro lavoro in Regione. Ci sono varie opzioni di contratto, a seconda del numero delle ospitate».

LA FATTURA DEL CONSIGLIERE DEL PDL – Un consigliere Pdl, Galeazzo Bignami, ha mostrato una fattura da 1.500 euro per cinque interviste. Francesco Spada, di E’Tv, ha negato, dicendo che avrebbe comunque chiesto alla concessionaria di pubblicità, mentre Dario Pattacini, di “7 Gold”, ha confermato: «Mi facevo pagare, noi non abbiamo finanziamenti dallo Stato. Chi vuol venire da noi lo sa: sono 200 euro a trasmissione, nessuno si è mai lamentato».

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento