domenica, 19 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Da oggi l’Avanti percorre le “Vie del Sud”
Pubblicato il 02-08-2012


Sud maledetto Sud, amato e odiato. Il Sud della mafia, il Sud sempre un passo indietro, il Sud con le sue logiche impenetrabili, un ponte sul Mediterraneo e una terra con le sue tradizioni millenarie che spesso faticano a incontrare la modernità. Era il 1873 quando Antonio Billia, deputato lombardo, utilizzò per la prima volta l’espressione “Questione meridionale”: quella “specificità”, nel mondo oggi globalizzato, è ancora lì e non si è mai chiusa.

“Vie del Sud” è un’idea, un viaggio e un racconto allo stesso tempo, per attraversare e comprendere l’intensità fatta di luci ed ombre del Meridione d’Italia: è un tragitto che parte da Roma per arrivare fino a Lampedusa, simbolo di quella frattura fra Nord e Sud che ogni giorno miete le sue vittime, ingoiate dalla terra di nessuno delle acque del mare. Roberto Capocelli per Avanti!online seguirà alcune tappe di questo cammino per raccontare ai lettori un percorso che si snoda attraverso le regioni meridionali andando alla scoperta di progetti e storie di vita in grado di cogliere e spiegare la complessità di quest’idea di trasformazione.

L’idea nasce da Domenico Petrolo, calabrese, esperto di comunicazione politica che oggi si occupa d’informazione e cultura nel Pd. La partenza è fissata per domani, venerdì 3 Agosto, con destinazione “Le Terre di Don Peppe Diana”, un progetto sorto sui beni confiscati alla camorra nel casertano.

Vie del Sud racconterà le storie e gli stati d’animo di chi, quotidianamente, vive in zone di frontiera, dove la frattura diventa carne viva: sono persone che, tutti i giorni, con i loro retroterra e la loro cultura esplorano una via diversa di essere “a Sud”. Donne e uomini che, con impegno, cercano soluzioni per costruire un percorso innovativo e per trovare una propria identità nella modernità. Un nuovo modo di vivere le realtà locali che nasce dall’idea di fare rete. È un meridionalismo nuovo, figlio dei suoi tempi, portatore di un modello di sviluppo sostenibile e integrato, che reagisce al fatalismo e si mette in campo come soggetto attivo della trasformazione.

IL PROGRAMMA

3 Agosto – Caserta

Le Terre di Don Peppe Diana-Libera Terra, Castel Volturno. Cooperativa che ha inaugurato un caseificio sui terreni confiscati al clan dei casalesi producendo un’ottima mozzarella e ricotta DOP.
Nuova Cucina Organizzata, San Cipriano d’Aversa. Nata dal desiderio di un gruppo di ragazzi e ragazze di aprire al centro del paese un ristorante dove lavorino i disabili, fino a poco prima chiusi nelle case o negli istituti, e dalla volontà di combattere la camorra anche a colpi di sapori. Nuova Cucina Organizzata, presidio di legalità, prende il nome da “Nuova Camorra Organizzata”, una delle maggiori alleanze malavitose della storia della camorra campana.
 Festival dell’Impegno Civile, San Cipriano d’Aversa. Serata conclusiva dell’edizione 2012.  Promosso dal Comitato Don Peppe Diana e da Libera Caserta, viene realizzato all’interno dei beni confiscati alla criminalità organizzata della Provincia di Caserta e di Napoli con l’obbiettivo di valorizzare quei beni un tempo appartenuti ai boss della camorra ed ora restituiti alla collettività. Il tema di questa edizione è “Il bene liberato”.
4 Agosto – Napoli
• La Paranza. Cooperativa sociale, fondata da Don Antonio Loffredo, si dedica al recupero e alla formazione dei giovani del rione Sanità attraverso la valorizzazione dei beni culturali. Molti di loro sono guide turistiche delle spettacolari catacombe di San Gennaro.
5 Agosto – Salerno
Paestumanità- Comprare per salvaguardare. Progetto di azionariato ambientale promosso da Legambiente per acquistare i terreni privati dell’area archeologica di Paestum (SA), patrimonio UNESCO, e tutelarli, ripristinando il contesto paesaggistico e culturale nella sua interezza.
Oasi dunale di Torre di Mare, Paestum. Area marina protetta, gestita da Legambiente dal 1995. Si estende per circa 20 km lungo la fascia di litorale antistante Porta Marina, l’accesso occidentale dell’antica colonia greca di Paestum, restituendo alla città l’antico rapporto con il mare.
6 Agosto – Potenza
Città della pace per i bambini – Basilicata Onlus. Nata dall’idea del premio Nobel per la pace Betty Williams, che nel 2003 si mobilitò contro il progetto di localizzare un deposito di materiale radioattivo  a Scanzano Jonico, oggi la fondazione, realizzata grazie alla Regione Basilicata, accoglie i bambini e le loro famiglie provenienti dalle nazioni in confitto.
ArtPollino. Associazione costituita nel febbraio del 2008 allo scopo di favorire la crescita culturale del territorio del Parco Nazionale del Pollino, promuovendo ogni forma di espressione artistica, soprattutto contemporanea. Come le  tre opere permanenti site-specific realizzate nel territorio del parco dagli artisti Anish Kapoor, Carsten Höller e Giuseppe Penone
7 Agosto – Taranto
ILVA di Taranto e incontro con l’associazione Mondomare, che si prende cura della colonia di delfini presente a largo dell’acciaieria.
8 Agosto – Cosenza
Società Agricola Terezeria, Francavilla Marittima. Gestendo dal 2002  le terre dell’arcivescovato di Cassano, produce riso grezzo su un territorio vasto oltre 200 ettari. Una parte del prodotto viene anche venduto alle riserie del nord.
Fondazione Banco Alimentare, Montalto Uffugo. Si propone la raccolta delle eccedenze di produzione agricole e dell’industria alimentare e la redistribuzione delle stesse ad enti ed iniziative di aiuto ai poveri.
9 Agosto – Reggio Calabria 
Associazione Gente in Aspromonte. Escursione a piedi lungo un percorso naturalistico e culturale in uno degli ultimi paradisi naturali della penisola, il Parco Nazionale d’Aspromonte. Un luogo dal grande potenziale turistico e ambientale, noto ai più per essere una zona fortemente permeata dalla ‘ndrangheta.
10 Agosto – Palermo
Laboratorio Zen Insieme. Cooperativa che si occupa di donne, spesso relegate in condizioni di subalternità sociale ed economica, aiutandole a sottrarsi alla sottomissione ed auto-ghettizzazione attraverso l’avviamento al lavoro e all’autonomia.
11 Agosto – Lampedusa
• Porta dell’Europa nel mezzo del Mediterraneo, andremo a vedere cosa è successo nell’isola dopo i drammatici mesi degli sbarchi massicci e renderemo omaggio a quegli oltre 15mila esseri umani che per arrivare qui hanno perso la vita in mare.


Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento