venerdì, 18 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Fatboy Slim, dopo Londra 2012 sbarca al cinema con il Big Beach Boutique party
Pubblicato il 27-08-2012


Dopo aver partecipato con una coloratissima performance alla cerimonia di chiusura delle Olimpiadi di Londra 2012 che ha incollato agli schermi milioni di persone in tutto il mondo, Fatboy Slim si prepara ora all’evento cinematografico mondiale del 31 agosto (elenco delle sale su www.nexodigital.it). Registrato all’Amex Football Stadium di Brighton lo show di musica elettronica e dance, portera’ su grande schermo l’ultimo dei suoi leggendari Big Beach Boutique party, la piu’ imponente tra le sue produzioni che verra’ proposta nelle sale con un possente Surround 5.1 per far ballare i fan per tutta la notte.

LED WALL DA GUINNESS – A Londra la presenza di Fatboy Slim e’ stata l’ennesima sorpresa in scaletta: dal centro di un gigantesco polipo trasparente e’ emerso Norman Cook (in arte Fatboy Slim) che inserendosi come vero e proprio trait d’union tra la vecchia guardia dei rocker epici celebrati (come Queen, John Lennon, GeorgeMichael, Pink Floyd, Annie Lennox e Genesis, tra gli altri) e le nuove generazioni di musicisti emergenti britannici ha mixato alcune delle sue hit per poi fornire le basi a Jesse J, Tinie Tempah e Taio Cruz che si sono uniti nella rilettura di ‘You should be dancing’ dei Bee Gees. Fatboy Slim Live e’ uno show che vanta un Led Wall da guinness: 600 metri quadrati estesi per la lunghezza del campo dello stadio, straordinari elementi laser, spettacolari effetti di luce e di pirotecnica, grafiche strabilianti oltre a una colonna sonora che spazia dagli ultimi lavori di Fatboy Slim ai suoi piu’ grandi successi.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento