martedì, 22 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Fisco, Monti non intende tagliare l’Irpef: «Deve essere credibile per i mercati»
Pubblicato il 16-08-2012


Mario Monti non ha voluto rovinare il ferragosto agli italiani, e quindi ha atteso la giornata di oggi per smentire la notizia – apparsa ieri sul quotidiano Repubblica – che aveva annunciato l’intenzione dell’esecutivo di tagliare l’Irpef. In una nota, Monti ha precisato che «il governo non ha attualmente allo studio un provvedimento di questo genere». Il premier ha poi premesso che: «Un fisco meno gravoso è una sacrosanta esigenza per i contribuenti onesti. Renderlo concretamente possibile, senza fare promesse irrealizzabili, è un obiettivo tra i più importanti per il governo».

LE DICHIARAZIONI CHIARIFICATRICI DI MONTI – «Il carico fiscale sulle persone fisiche e sulle imprese in Italia è senz’altro eccessivo, ma in questo momento l’attenzione per il riequilibrio della finanza pubblica non può essere allentata. Prima che la politica di risanamento e di riforma venga consolidata, se possibile anche con radici che ne rendano probabile la prosecuzione con i governi che verranno, iniziare a distribuirne i benefici (ad esempio riducendo l’Irpef) sarebbe prematuro», ha poi aggiunto. Il capo del governo ha poi concluso affermando che: «Quando una tale prospettiva verrà delineata e sarà considerata credibile anche dai mercati, ipotesi di un minore carico fiscale saranno non solo auspicabili, ma concretamente realizzabili».

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento