martedì, 22 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Goletta verde: Sardegna e Toscana le regine del Mediterraneo. La Campania è “Mare illegale 2012”
Pubblicato il 14-08-2012


Anche quest’anno è rientrato in porto il battello di Goletta Verde di Legambiente con il quale un gruppo di biologi, ogni anno, circumnavigano le nostre coste per monitorare lo stato di salute dei mari. Quest’anno ad essere bocciate sono state la Campania e la Calabria e, a sorpresa, la Liguria. Sul fronte opposto della “classifica” dei mari, la Sardegna e la Toscana si confermano le regine del mare. Presentato stamane, il rapporto evidenzia che sono 120 i punti di mare inquinati, uno ogni 62 chilometri di costa. Di questi, 100 sono “fortemente inquinanti”, contengono cioè concentrazioni di batteri di origine fecale pari ad almeno il doppio dei limiti di legge.

LA GOLETTA VERDE La “Goletta verde” è la celebre campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio e all’informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane, realizzata anche grazie al contributo del COOU, Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati. Il tour del battello ambientalista si è articolato in 26 tappe da nord a sud della Penisola, i cui biologi hanno effettuato analisi per mettere sotto la lente di ingrandimento l’inquinamento microbiologico direttamente causato dagli scarichi abusivi, che minaccia la qualità ambientale e sanitaria del nostro mare.

LA CAMPANIA “MARE ILLEGALE 2011”– La campagna – giunta alla sua 27esima edizione – ha confermato la Regione Campania in testa, anche quest’anno, nella classifica generale del mare illegale 2012. In questa regione si concentra il 18,2% dei reati registrati in tutta la penisola, tra abusivismo edilizio sul demanio, mala depurazione e scarichi illegali, pesca di frodo e violazioni al codice della navigazione.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento