domenica, 19 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Grillo, il tiranno che impone decisioni dall’alto
Pubblicato il 29-08-2012


Del linguaggio usato da Grillo dovremmo essere tutti preoccupati, chi fa politica e chi fa altre cose. Non accetta confronti pubblici, vaticina anziché discutere, offende al riparo della rete, come un tiranno destituisce i sudditi gratificati da un incarico civico, impone ai suoi eletti – che raramente si ribellano – decisioni che invece devono essere assunte in perfetta autonomia amministrativa (chiedere al sindaco di Parma). Le sue azioni riguardano spesso non il folklore ma il codice penale e il codice civile. Il metodo scelto per governare il suo partito è lesivo dell’art. 49 della Carta (‘Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale’) e in contrasto con la XII° disposizione transitoria e finale della Carta medesima (‘E’ vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista’).

Riccardo Nencini

Riccardo Nencini

Segretario Psi - viceministro dei Trasporti

More Posts - Website

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Non è una novità che le decisioni vengono prese dai vertici dei partiti, alcuni fanno congressi fasulli, altri non li fanno neppure, decidono chi ci dovrà rappresentare, hanno posto lo sbarramento ai partiti più piccoli, se i voti non bastano, sembra che ne aggiungeranno una buona percentuale. Se a tutto questo, si aggiunge, quello che ha scritto Riccardo , mi fa molto preoccupare, l’eventualità che l’Italia, non possa più essere un paese libero e Democratico.

Lascia un commento