martedì, 23 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il socialista Hollande e la cancelliera Merkel insieme a Berlino: «parleremo di crisi ma anche di politica»
Pubblicato il 23-08-2012


Il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese Francois Hollande si incontreranno in serata a Berlino per discutere nuovamente delle misure necessarie per risolvere la crisi dell’eurozona. Tuttavia, la Merkel, ieri ha anticipato che l’incontro con Hollande «non sarà concentrato unicamente sui temi economici, ma avrà anche contenuti profondamente politici». La Cancelliera ha anche detto che i temi in discussione avranno «uno sguardo rivolto al futuro dell’Europa nel suo insieme». Merkel e Hollande nei prossimi giorni incontreranno anche il premier greco Antonis Samaras, rispettivamente domani e sabato.

BERLINO, «VOGLIAMO ATENE IN EUROPA», MA SAMARAS DICE «BASTA SCIACALLAGGIO» – «Il nostro obiettivo è che la Grecia resti nell’Eurozona. E faremo tutto quanto necessario affinché‚ Atene non debba lasciare la zona della moneta unica. Il governo tedesco si muove nell’ambito del memorandum redatto dalla Troika». Lo ha affermato un portavoce ufficiale del governo tedesco nel giorno del vertice tra la cancelliera Angela Merkel e il presidente francese Francois Hollande. In vista dell’incontro con la Merkel, il premier greco, Antonis Samaras, ha fatto sapere che «bisogna dissipare tutte le incertezze sul futuro della Grecia nella zona euro». Il primo ministro di Atene ha sottolineato che non è possibile procedere con il piano di privatizzazioni se «ogni giorno dirigenti europei speculano pubblicamente su un’uscita potenziale della Grecia dalla moneta comune? Questo deve finire».

LA PROPOSTA ANTI-SPREAD DELLA BCE – Mentre i leader dei due più importati paesi europei si incontrano, arrivano nuove proposte in merito al piano anti-spred della Bce. La Banca centrale europea starebbe valutando la possibilità che l’eventuale acquisto di bond italiani e spagnoli preveda un tetto segreto per i tassi di interesse. Lo afferma il quotidiano tedesco “Die Welt”, specificando che la misura ha la finalità di bloccare la speculazione creando un maggiore spazio di manovra per la Banca centrale. Il presidente Draghi, intanto, continua a proporre la strada della creazione di una soglia di guardia per i tassi di interesse, superata la quale l’Eurotower debba intervenire.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento