martedì, 21 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Krokodril, la nuova droga che “mangia” i giovani russi
Pubblicato il 23-08-2012


Si chiama Krokodil la nuova droga che viene dalla Russia. Mai come in questo caso il nome sembra essere davvero appropriato: tanto economica e facile da reperire quanto devastante, la nuova sostanza per sballarsi può essere prodotta fra le mura domestiche unendo ingredienti alla portata di tutti. Ma gli effetti sul fisico e la psiche sono letali e rapidissimi: fra i più visibili vi e’ un processo irreversibile di desquamazione e squarciamento dell’epidermide, dei tessuti muscolari e degli organi interni che porta ad una vera e propria rottura della pelle proprio come si trattasse di un morso di coccodrillo.

FAI DA TE – Krokodil si ottiene da un mix potentissimo di sostanze alla portata di tutti reperibili ovunque: il principale e’ la codeina, componente di molti farmaci contro il mal di testa che vengono venduti tranquillamente in farmacia senza ricetta, alla quale si aggiunge la benzina, dell’olio, detersivo industriale e iodio. La sostanza ottenuta ha un effetto simile ma tre volte più potente dell’eroina, così come più potenti e rapidissimi sono gli effetti di decadenza del fisico di chi la assume. Si stima, infatti, che i consumatori abbiano un’aspettativa media di vita che va da un anno fino a un massimo di tre a differenza del range dell’eroina che sia aggira intorno ai 7 anni a fronte di un consumo continuato e incrementale.

VITTIME SOPRATTUTTO GLI ADOLESCENTI – A differenza dei danni dell’eroina, ampiamente pubblicizzati, la nuova droga non e’ ancora conosciuta: il suo prezzo irrisorio ne ha garantito la diffusione a macchia d’olio soprattutto tra gli adolescenti. Ma la sostanza stupefacente non sta tardando a mostrare i suoi effetti choc. Sempre più iniziano a circolare immagini di giovani russi “mangiati” dalla droga che, solo dopo aver distrutto il fisico, attacca anche il cervello provocando una vera e propria menomazione delle facoltà cognitive.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento