martedì, 26 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Lecce: freddato operaio ventenne mentre montava la struttura che avrebbe ospitato il concerto della Pausini
Pubblicato il 03-08-2012


È un tour davvero maledetto quello di Laura Pausini: dopo il dramma dello scorso marzo – in cui morì un giovane operaio per il crollo del palco – ieri si è consumato un agguato durante l’allestimento della struttura che avrebbe ospitato anche il concerto della cantante, previsto per domani, in Piazza Palio all’interno della Fiera di Lecce. Un giovane operaio di Surbo è stato colpito da due colpi di pistola sparati da una persona non ancora identificata. Valentino Spalluto, questo il nome della vittima, è morto sul colpo. Sul posto sono al lavoro gli investigatori della Squadra Mobile di Lecce e gli esperti della polizia scientifica per ricostruire la dinamica dell’omicidio mentre in Questura sono stati accompagnati alcuni testimoni ed operai addetti alla costruzione del palco.
LA PRIMA RICOSTRUZIONE DELL’OMICIDIO – Il suocero della giovane vittima – con cui stava lavorando al montaggio dei ponteggi per la tensostruttura – ha dichiarato agli inquirenti d’aver sentito alcuni colpi di arma da fuoco, riuscendo a vedere un individuo, a bordo di uno scooter, con indosso un casco e una maglietta neri che si allontanava a gran velocità. Immediato l’allarme al 118 che, giunto sul posto, non ha potuto fare altro che constatare la morte del 20enne. Secondo un primo esame del corpo sarebbero stati due i colpi ad uccidere l’operaio: uno alla testa e uno ad un braccio. Gli inquirenti hanno definito l’accaduto  “un agguato dai contorni strani”.

IL COMUNICATO DELLA PRODUZIONE DELLO SHOW DELLA PAUSINI – La produzione dello show di Laura Pausini «smentisce categoricamente qualunque riferimento all’incidente che si è verificato nel pomeriggio di ieri presso la struttura fieristica di Lecce e che è costato la vita a Valentino Spalluto». «Il palco e tutta la struttura produttiva dello show – spiega la stessa produzione – sono fermi a Malta per lo smontaggio del concerto che l’artista ha tenuto ieri sera. I mezzi dello show, ancora fermi a Malta, e la cui partenza era prevista nella serata di ieri sono stati fermati in attesa che la produzione comprenda dai responsabili del comune di Lecce gli accadimenti del pomeriggio». L’ufficio stampa della cantante ha poi reso noto che il giovane operaio lavorava ad «una struttura fieristica in allestimento che avrebbe dovuto ospitare più eventi tra cui il concerto di Laura Pausini».

IL TOUR DELLA PAUSINI SI ERA GIÀ MACCHIATO DI SANGUE – Lo scorso marzo Matteo Armellini, un operaio romano di 32 anni, era morto durante l’allestimento del palco per il concerto della Pausini a Reggio Calabria, rimanendo schiacciato dalla caduta della struttura che stava costruendo. La scorsa settimana era scoppiata una polemica in merito all’esiguo risarcimento destinato alla madre del ragazzo previsto dall’Inail: nemmeno 2.000 euro.


Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento