giovedì, 17 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Sudafrica: strage di minatori, loro scioperano e la polizia ne uccide otto
Pubblicato il 16-08-2012


La polizia sudafricana ha utilizzato gas lacrimogeni e proiettili di gomma per cercare di disperdere i minatori in sciopero della miniera di Marikana, nel nordovest del Paese: lo hanno reso noto testimonianze locali, secondo le quali sul terreno sarebbero rimasti i corpi insanguinati di diversi minatori. Dopo le violenze che da domenica scorsa hanno causato almeno un decina di morti, erano in corso dei negoziati fra le autorità e gli scioperanti. I primi incidenti erano scoppiati lo scorso 10 agosto, quando alcuni minatori erano entrati in sciopero rivendicando un aumento salariale del 300%; i successivi scontri fra membri di due diversi sindacati aveano causato una decina di vittime.

400 EURO AL MESE – I minatori – che vivono in strutture adiacenti all’impianto, prive di acqua corrente – percepiscono una paga media di circa 400 euro mensili: “Siamo sfruttati, e né il governo noi sindacati ci sono venuti in aiuto: le società minerarie guadagnano grazie al nostro lavoro, e non ci pagano quasi nulla”, aveva spiegato un rappresentante degli scioperanti.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento